Home Tags Posts tagged with "Letteratura Horror"

Letteratura Horror

    0 1341

    logoHallowen

    COMUNICATO DELLA REDAZIONE DI “LETTERATURA HORROR

    Cari autori, scrittori e amici finalmente dopo una lunga e difficile selezione possiamo svelare i nomi dei vincitori del concorso Halloween all’Italiana!
    Innanzitutto ci scusiamo con tutti voi per il tempo ulteriore (i risultati erano previsti per il 28 ottobre) che avete dovuto aspettare per ricevere questa comunicazione, ma l’enorme mole di racconti arrivati (ben 124 e per questo vi ringraziamo davvero!) ha reso necessario del tempo extra per poter valutare al meglio tutti gli elaborati e stilare una lista giusta e veritiera dei racconti vincitori e di quelli selezionati per l’ebook Halloween all’Italiana che, lo ricordiamo, sarà pubblicato dalla CIESSE Edizioni con ricavati totalmente devoluti alla Biblioteca Nazionale Ciechi.

    Bene, bando alle ciance!
    RULLO DI TAMBURI! – Il racconto vincitore di questa prima edizione di Halloween all’Italiana è stato Dolcetto o scherzetto di Jaquelin Miu. L’autrice, così si aggiudica i premi messi in palio da nostri sponsor:
    – La Edizioni NPE ha messo in palio tre graphic novel: Materia Oscura – L’arte di David Lloyd; Il Sesto – L’amore, la vita e l’immortalità di Trevor Between ed Heavy Bone – La storia del Metal
    – La CIESSE Edizioni ha messo in palio i romanzi: RIP – Riposa in Pace di Maurizio Blini e Squadra Antimafia – I lupi di Palermo di Carlo Santi
    – La Todaro Editore ha messo in palio A che ora cenano i cannibali? di Andrea Brando
    – La 80144 Edizioni ha messo in palio: Italian Zombie – Cronache della resistenza
    – La Mezzotints Ebook ha messo in palio l’ebook: Naraka di Caleb Battiago
    – Le Edizioni della Sera hanno messo in palio il romanzo Rock di Danilo Arona
    – La Dunwich Edizioni ha messo in palio la raccolta di racconti E’ tempo sprecato uccidere i morti di Diego Di Dio
    – La Mela Avvelenata ha messo in palio l’ebook AZAB – All Zombie Are Bastards di Daniela Barisone eAlexia Bianchini

    Al secondo posto troviamo, invece, l’ottimo Matteo Pisaneschi con il suo Saggina. Matteo riceverà come premio:
    – La Edizioni NPE ha messo in palio tre graphic novel: Materia Oscura – L’arte di David Lloyd; Il Sesto – L’amore, la vita e l’immortalità di Trevor Between ed Heavy Bone – La storia del Metal
    – La Todaro Editore ha messo in palio A che ora cenano i cannibali? di Andrea Brando
    – La Mezzotints Ebook ha messo in palio l’ebook: L’Incubatrice di Paolo Di Orazio
    – Le Edizioni della Sera hanno messo in palio il romanzo Rock di Danilo Arona
    – La Dunwich Edizioni ha messo in palio la raccolta di racconti E’ tempo sprecato uccidere i morti di Diego Di Dio
    – La Mela Avvelenata ha messo in palio l’ebook Vae Victis di Daniela Barisone
    A chiudere il podio e portarsi a casa altri, numerosi, libri horror è, infine, Giuliana Ricci con L’orrore sconosciuto. Ecco i premi per lei:
    – La Todaro Editore ha messo in palio A che ora cenano i cannibali? di Andrea Brando
    – La Mezzotints Ebook ha messo in palio l’ebook Protocollo Stonehenge di Danilo Arona e Edoardo Rosati
    – Le Edizioni Haiku hanno messo in palio l’ebook Ematofagia di Andrea Rossetti
    – La Mela Avvelenata ha messo in vendita l’ebook Reanimator di Daniela Barisone
    Per quanto riguarda l’ebook ecco la lista completa dei racconti scelti, sono ben 50, abbiamo voluto premiarvi per il grande interesse dimostrato e, a parità di qualità, piuttosto che scartare – ingiustamente – abbiamo deciso di implementare.

    RACCONTI PER L’EBOOK – Elenco in ordine alfabetico

    Dolcetto o scherzetto Jaquelin Miu
    Festa di Halloween Alessandro Fieschi
    Il divoratore di carne Alessandro Fort
    La festa di laurea Alessio Posar
    Ezechiele Anna Menna
    La prova di coraggio Benedetta Giovannetti
    Nosferatu Davide Cadò
    Ognissanti Davide Sinido
    questione di gusti Davide Tarquini
    Voglio mamma Donatella Perullo
    VIXI XXXI Elena Coppi
    Dolcetto e scherzetto Elisabetta Amoroso
    Allouin Enrico Teodorani
    La nervosa Fabio Lastrucci
    Strana notte al casello Fabrizio Cadili e Marina Lo Castro
    Sul viale della notte Federico Mattioni
    Il vaporetto numero 6 Francesca Gessoni
    Il mimo Francesca Zandarin
    La festa della morte secca Francesco Cortonesi
    Paura e terrore a Capalle Francesco Ferrantini
    I demoni di Colorno Francesco Rinaldi
    Lanterne e tramontana Franco Fagioli
    L’orrore sconosciuto Giuliana Ricci
    Il rito Giuseppe Acciaro
    La casa sul confine della sera Giuseppe Agnoletti
    La morte nel tempo Giuseppe Parisi
    Zucche vuote Giuseppe Piazzolla
    Eva Laura M. Mango
    Macabro Scherzo Laura Vallino
    Ghost Tour Linda B.
    L’orco Lodovico Ferrari
    Sbagliare genere Lorenzo Davia
    Trapped Luca Bevilacqua
    L’albero Lucia Tomassetti
    Brandelli for you Luciano Filippo Santaniello
    Lo specchio Marco Orlando
    La bestia Marco Torti
    Saggina Matteo Pisaneschi
    Una storia di masche Moreno Pavanello
    Il primo costume di Felicia Reda Wahbi
    Mordila sul collo Riccardo Carli
    La vecchia di Carbonara Romina De Rossi
    Il vecchio reduce Salvatore Di Sante
    Al numero 13 Samuele Fabbrizzi
    Le colpe dei vivi Sebastiano Natalicchio
    Grandi tette testa vuota Simona Vassetti
    Dolcetto o fornetto Simone Pera
    rewind Sonia Tortora
    L’uomo nero Ughetta Aleandri
    Eric e Dylan Umberto Romano
    A volte si sbagliano Walter Perello

    Fonte: “Letteratura Horror”

      0 953

      LtHorror_marchioB_o_350

      COMUNICATO A CURA DI LETTERATURA HORROR

      122 racconti 12 illustrazioni. Si chiude la prima fase di “Halloween all’Italiana”. Ora parola alla giuria e, per la cover, ad autori e fan Facebook

      Con 122 racconti giunti nella redazione di LETTERATURA HORROR e scritti da altrettanti scrittori e ben 12 illustrazioni presentate come proposte per la cover dell’ebook finale, si è chiusa la prima fase del contest Halloween all’Italiana, il nuovo progetto di Letteratura Horror.

      Mentre i racconti sono al vaglio della giuria che, lunedì 28 ottobre, decreterà i tre vincitori e la lista dei racconti che entreranno nell’ebook che sarà edito dalla CIESSE Edizioni – con ricavati in beneficenza per la Biblioteca Nazionale Ciechi –, le illustrazioni ora verranno sottoposte, come da regolamento (clicca e leggi il regolamento) a tre voti differenti: quello della giuria di Letteratura Horror, quello degli autori partecipanti al contest letterario (riceverete una mail a riguardo, chi non l’ha ricevuta entro le 00:00 del 24 ottobre controlli nella casella spam) e, infine, i fan della pagine Facebook ufficiale di Letteratura Horror (clicca e vai) che potranno votare la loro cover preferita cliccando Mi Piace sull’illustrazione che preferiscono, sono ammessi anche voti doppi. Gli autori, quindi, avranno doppio diritto di voto sia come scrittori e partecipanti al contest, sia come fan di Facebook. Su Facebook, lo ricordiamo, potranno votare solo ed esclusivamente i fan della pagina DI LETTERATURA HORROR.

      Al termine delle tre differenti votazioni, che si concluderanno tutte alle ore 12 di lunedì 28 ottobre, verrà decretata l’illustrazione vincitrice che diverrà, quindi, la cover dell’ebook. Inoltre l’autore dell’illustrazione vincitrice porterà a casa tante fantastiche graphic novel (leggi qui i premi).

      In bocca al lupo a tutti

        0 891

        logoHallowen

        Il concorso Halloween all’Italiana ha concluso la sua prima fase per entrare nella seconda dove la commissione sta già valutando gli elaborati presentati. A questo link potrete vedere tutti i racconti

        Intanto, però, siete pregati di aiutare la redazione di LETTERATURA HORROR a scegliere la cover per l’ebook che verrà edito dalla CIESSE Edizioni e i proventi andranno a favore della Biblioteca Nazionale per i Ciechi “Regina Margherita Onlus”.

        Sono state presentate 12 illustrazioni che possono essere valutate e votate a questo link.

        Come fare?

        Se non siete ancora ‘fan’ della Pagina Facebook di Letteratura Horror cliccate su Mi Piace, poi scegliete l’illustrazione o le illustrazioni che più vi piacciono e cliccate, anche in questo caso, su “Mi Piace” sotto l’immagine o le immagini che preferite e votate la vostra cover!

        Tra tutti i votanti verrà estratto a sorte un fortunato vincitore al quale LETTERATURA HORROR omaggerà di un fantastico libro!

          0 975

          LtHorror_marchioB_o_350

          C O M U N I C A T O

          Tanti, tantissimi i libri in palio, mentre l’antologia finale verrà pubblicata dalla CIESSE Edizioni con ricavato in beneficenza alla Biblioteca Italiana per i Ciechi. 

          Vai al regolamento e leggi la lista dei lavori già presentati

          Come vi avevamo preannunciato il concorso Halloween all’Italiana continua a riservare importanti e interessanti novità.

          Grazie alla collaborazione con prestigiose case editrici che hanno deciso di sponsorizzare il concorso, abbiamo la possibilità di sciogliere i principali nodi riguardanti i premi che metteremo in palio per gli autori dei migliori racconti con la griglia sotto riportata. Si ringrazia, quindi, 80144 EdizioniBaopublishingCIESSE EdizioniDunwich EdizioniEdizioni della SeraEdizioni HaikuMezzotints EbookEdizioni NPETodaro Editore.

          logBiblioCiechiPer quanto riguarda l’antologia di fine concorso si chiamerà Halloween all’Italiana e verrà pubblicata dalla CIESSE Edizioni sui maggiori store online.

          I proventi della vendita – sottratte le royalty appannaggio degli store – verranno totalmente devoluti in beneficenza alla Biblioteca Italiana per i Ciechi.

          Rimanete in contatto con noi tramite il nostro sito e la pagina Facebook Ufficiale di Letteratura Horror per altre e tante novità!

          Fonte: Letteratura Horror

            0 1167

            logoHallowenAggiornamento al 17.09.2013

            Dopo una lunga attesa ecco a voi il nuovo concorso per racconti inediti di Letteratura Horror “Halloween all’Italiana”. Scrivi il tuo racconto di 6000 battute su Halloween e vinci libri e la pubblicazione sull’ebook “Halloween all’Italiana 2013”! Invia anche la tua illustrazione.

            (Vedi la lista dei racconti giunti in redazione).

            Come già abbondantemente anticipato sulla nostra Pagina Ufficiale di Facebook, oggetto del prossimo e nuovissimo concorso di Letteratura Horror sarà la festività di Halloween.

            Come tutti sappiamo Halloween è una festività che affonda le radici nella cultura celtica e anglosassone (ancora prima anche romana con la festa dei morti chiamata Parentalia), ma che oggi si è diffusa un po’ in tutto il mondo anche in Italia dove – come da tradizione cattolica – coincide con un’altra suggestiva festività, ovvero il giorno di Ogni Santi.

            Da sempre, quindi, Halloween ha attirato l’attenzione di noi amanti dell’horror.

            Noi qui vogliamo creare, però, qualcosa di nuovo e diverso dal solito vogliamo sdoganare questa festa anche come genere letterario, non solo quindi commerciale, e italianizzarla grazie alle vostre storie, ai vostri racconti, al vostro terrore, quello vero, che abbia come oggetto o soggetto o sfondo o quant’altro la notte stregata tra il 31 ottobre e il 1° novembre.

            RACCONTI – I racconti presentati per Halloween all’Italiana dovranno essere inediti e di una lunghezza non superiore ai 6000 caratteri spazi inclusi (escluso il titolo) e dovranno riportare il titolo dello stesso e il nome dell’autore. Ogni autori non potrà presentare più di un racconto che rimarrà, comunque, di esclusiva proprietà dell’autore.

            SCADENZA – Verranno ammessi a partecipare al concorso solo i racconti giunti entro e non oltre le ore 12:00 del 24 ottobre 2013. Dopo quella data in nessun caso saranno accettati racconti inviati.

            PREMI – Ai primi tre classificati verranno regalati e spediti direttamente a casa i libri horror messi in palio (clicca e scopri i premi!) dai partner del concorso e gli autori saranno protagonisti di un’intervista esclusiva, mentre i migliori racconti entreranno di diritto all’interno dell’ebook “Halloween all’Italiana” che verrà pubblicato con la casa editrice CIESSE Edizioni e messo in vendita sui principali e-store online e in versione cartacea, acquistabile dal 31 ottobre. Tutti i proventi del libri verranno devoluti in beneficenza alla Biblioteca Nazionale Ciechi.

            Tutti i racconti inviati – a esclusione di quelli selezionati per l’ebook – saranno pubblicati sul potale www.letteraturahorror.it nella sezione ad hoc.

            MODALITA’ DI VOTAZIONI – Ogni racconto giunto in redazione e rispondente ai requisiti sarà valutato per l’originalità, l’elemento horror e l’attinenza al concorso da una giuria interna con voti da 1 a 5 e verrà stilata una classifica sommando i punteggi ottenuti. La classifica finale senza voti sarà resa pubblica.

            COME PARTECIPARE – Per partecipare è semplicissimo, basterà inviare il proprio racconto alla casella mail concorsi@letteraturahorror.it inserendo nell’oggetto della mail la dicitura “Halloween all’Italiana 2013”, mentre nel corpo della stessa dovrà essere riportato il nome e il cognome reale dell’autore e (per chi lo volesse) eventuale pseudonimo con il quale si vuole comparire, un recapito mail valido, il titolo del racconto, il numero di caratteri utilizzati e allegare in formato .doc o .odt (mai inviare pdf) il proprio lavoro e una breve biografia personale, anche se già inviata per precedenti concorsi o pubblicazioni.

            TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI – Nel corpo della mail, ogni autore dovrà inviare una breve dichiarazione di inedicità dell’opera e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali secondo il seguente schema:“Contestualmente all’invio dell’opera [inserire nome dell’opera], [inserire nome e cognome dell’autore] dichiara di esserne l’autore, di non averne ceduto a terzi i diritti di pubblicazione o distribuzione o altri diritti legati al copyright e di poterne disporre in piena e assoluta libertà. L’autore autorizza inoltre il comitato organizzatore del concorso al trattamento dei propri dati personali, ai sensi del D.L.196/2003 e successive modifiche e integrazioni, limitatamente agli scopi del concorso in oggetto”.

            ILLUSTRAZIONE – Per tutti coloro che vorranno sarà possibile anche cimentarsi nella creazione della copertina dell’ebook e del libro finale inviando il proprio bozzetto a concorsi@letteraturahorror.it. L’autore della migliore illustrazione, oltre ad avere l’onore della firma, riceverà in regalo dei libri horror.

            Leggi di più per partecipare al concorso parallelo perla cover di Halloween all’Italiana 

            PREMI IN PALIO

            Per il 1° Posto

            – La Edizioni NPE ha messo in palio tre graphic novel: Materia Oscura – L’arte di David LloydIl Sesto – L’amore, la vita e l’immortalità di Trevor Between ed Heavy Bone – La storia del Metal

            – La CIESSE Edizioni ha messo in palio i romanzi: RIP – Riposa in Pace di Maurizio Blini e Squadra Antimafia – I lupi di Palermo di Carlo Santi

            – La Todaro Editore ha messo in palio A che ora cenano i cannibali? di Andrea Brando
            – La 80144 Edizioni ha messo in palio: Italian Zombie – Cronache della resistenza
            – La Mezzotints Ebook ha messo in palio gli ebook: Naraka di Caleb Battiago
            – Le Edizioni della Sera hanno messo in palio il romanzo Rock di Danilo Arona
            – La Dunwich Edizioni ha messo in palio la raccolta di racconti E’ tempo sprecato uccidere i morti di Diego Di Dio


            Per il 2° Posto

            – La Edizioni NPE ha messo in palio tre graphic novel: Materia Oscura – L’arte di David LloydIl Sesto – L’amore, la vita e l’immortalità di Trevor Between ed Heavy Bone – La storia del Metal
            – La Todaro Editore ha messo in palio A che ora cenano i cannibali? di Andrea Brando
            – La Mezzotints Ebook ha messo in palio gli ebook: L’Incubatrice di Paolo Di Orazio
            – Le Edizioni della Sera hanno messo in palio il romanzo Rock di Danilo Arona
            – La Dunwich Edizioni ha messo in palio la raccolta di racconti E’ tempo sprecato uccidere i morti di Diego Di Dio

            Per il 3° Posto
            – La Todaro Editore ha messo in palio il romanzo A che ora cenano i cannibali? di Andrea Brando
            – La Mezzotints Ebook ha messo in palio gli ebook Protocollo Stonehenge di Danilo Arona e Edoardo Rosati
            – 
            Le Edizioni Haiku hanno messo in palio l’ebook Ematofagia di Andrea Rossetti

            Per la migliore illustrazione
            – La Edizioni NPE ha messo in palio tre graphic novel: Materia Oscura – L’arte di David Lloyd, Il Sesto – L’amore, la vita e l’immortalità di Trevor Between ed Heavy Bone – La storia del Metal
            – La Baopublishing ha messo in palio il graphic novel: Dodici di Zerocalcare

            Fonte: Letteratura Horror

              0 1412

              logoHallowen

              Pubblichiamo la notizia di un nuovo concorso per racconti inediti organizzata dal Blog letterario “Letteratura Horror” dal titolo: “Halloween all’Italiana”.

              In palio anche due libri CIESSE Edizioni: SQUADRA ANTIMAFIA – I “Lupi di Palermo di Carlo Santi e R.I.P. Riposa In Pace di Maurizio Blini.

              COMUNICATO UFFICIALE

              Scrivi il tuo racconto di 6000 battute su Halloween e vinci libri e la pubblicazione sull’ebook “Halloween all’Italiana 2013”! Invia anche la tua illustrazione.

              Come già abbondantemente anticipato sulla nostra Pagina Ufficiale di Facebook, oggetto del prossimo e nuovissimo concorso di Letteratura Horror sarà la festività di Halloween.

              Come tutti sappiamo Halloween è una festività che affonda le radici nella cultura celtica e anglosassone (ancora prima anche romana con la festa dei morti chiamata Parentalia), ma che oggi si è diffusa un po’ in tutto il mondo anche in Italia dove – come da tradizione cattolica – coincide con un’altra suggestiva festività, ovvero il giorno di Ogni Santi.

              Da sempre, quindi, Halloween ha attirato l’attenzione di noi amanti dell’horror.

              Noi qui vogliamo creare, però, qualcosa di nuovo e diverso dal solito vogliamo sdoganare questa festa anche come genere letterario, non solo quindi commerciale, e italianizzarla grazie alle vostre storie, ai vostri racconti, al vostro terrore, quello vero, che abbia come oggetto o soggetto o sfondo o quant’altro la notte stregata tra il 31 ottobre e il 1° novembre.

              RACCONTI – I racconti presentati per Halloween all’Italiana dovranno essere inediti e di una lunghezza non superiore ai 6000 caratteri spazi inclusi (escluso il titolo) e dovranno riportare il titolo dello stesso e il nome dell’autore. Ogni autori non potrà presentare più di un racconto che rimarrà, comunque, di esclusiva proprietà dell’autore.

              SCADENZA – Verranno ammessi a partecipare al concorso solo i racconti giunti entro e non oltre le ore 12:00 del 24 ottobre 2013. Dopo quella data in nessun caso saranno accettati racconti inviati.

              PREMI – Ai primi tre classificati verranno regalati e spediti direttamente a casa dei libri horror che verranno comunicati sulle pagine del sito www.letteraturahorror.it e gli autori saranno protagonisti di un’intervista esclusiva, mentre i migliori racconti entreranno di diritto all’interno dell’ebook “Halloween all’Italiana” che verrà messo in vendita sui principali e-store online e in versione cartacea, acquistabile dal 31 ottobre.

              Tutti i racconti inviati – a esclusione di quelli selezionati per l’ebook – saranno pubblicati sul potalewww.letteraturahorror.it nella sezione ad hoc.

              MODALITA’ DI VOTAZIONI – Ogni racconto giunto in redazione e rispondente ai requisiti sarà valutato per l’originalità, l’elemento horror e l’attinenza al concorso da una giuria interna con voti da 1 a 5 e verrà stilata una classifica sommando i punteggi ottenuti. La classifica finale senza voti sarà resa pubblica.

              COME PARTECIPARE – Per partecipare è semplicissimo, basterà inviare il proprio racconto alla casella mailconcorsi@letteraturahorror.it inserendo nell’oggetto della mail la dicitura “Halloween all’Italiana 2013”, mentre nel corpo della stessa dovrà essere riportato il nome e il cognome reale dell’autore e (per chi lo volesse) eventuale pseudonimo con il quale si vuole comparire, un recapito mail valido, il titolo del racconto, il numero di caratteri utilizzati e allegare in formato .doc o .odt (mai inviare pdf) il proprio lavoro e una breve biografia personale, anche se già inviata per precedenti concorsi o pubblicazioni.

              TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI – Nel corpo della mail, ogni autore dovrà inviare una breve dichiarazione di inedicità dell’opera e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali secondo il seguente schema:“Contestualmente all’invio dell’opera [inserire nome dell’opera], [inserire nome e cognome dell’autore] dichiara di esserne l’autore, di non averne ceduto a terzi i diritti di pubblicazione o distribuzione o altri diritti legati al copyright e di poterne disporre in piena e assoluta libertà. L’autore autorizza inoltre il comitato organizzatore del concorso al trattamento dei propri dati personali, ai sensi del D.L.196/2003 e successive modifiche e integrazioni, limitatamente agli scopi del concorso in oggetto”.

              ILLUSTRAZIONE – Per tutti coloro che vorranno sarà possibile anche cimentarsi nella creazione della copertina dell’ebook e del libro finale inviando il proprio bozzetto a concorsi@letteraturahorror.it. L’autore della migliore illustrazione, oltre ad avere l’onore della firma, riceverà in regalo dei libri horror. Leggi di più per partecipare al concorso parallelo perla cover di Halloween all’Italiana.

                0 976

                carlo santi intervistaLetteratura Horror ha intervistato per voi Carlo Santi (Il Quinto Vangelo e la Bibbia Oscura), scrittore ed editore indipendente fondatore della CIESSE Edizioni. Tanti e interessanti gli spunti che solo un protagonista che si muove (bene e seriamente) in entrambi i lati della barricata. Buona lettura e, come sempre, aspettiamo i vostri commenti.

                D) Carlo Santi, un autore ed editore italiano emergente in entrambi i ruoli. Qual è il più difficile?
                R) Naturalmente svolgere l’attività di editore! Alla fin fine è un lavoro imprenditoriale, con rischi d’impresa e risultati altalenanti. Oggi, poi, l’attività editoriale risente della crisi ancor più di altri settori. Essere autore, scrivere storie è passione, divertimento e, almeno per il mio caso, un’ottima terapia antistress.
                D) Da dove è nata la necessità di cimentarti in un’impresa (in tutti i sensi) editoriale così interessante aprendo la CIESSE?
                R) La CIESSE Edizioni nasce nell’ottobre 2010 dall’idea di quattro amici e colleghi scrittori di potersi pubblicare evitando la piaga dell’editoria a pagamento e, nel contempo, poter contare su un minimo di distribuzione che pochi editori, anche di maggior spessore, riescono a garantire. Non so se la CIESSE Edizioni ha già raggiunto il profilo che voglio darle, posso solo dirti che ho la necessità di creare per la mia casa editrice un angolo di eccellenza in modo che ogni opera pubblicata sia meritoria, eccelsa, ottima. Mi prendo il rischio d’impresa? Spendo dei soldi? Allora non voglio rischiare per un’opera mediocre, bensì per la migliore possibile. Chiaro, la migliore che mi sia stata presentata, ma se oggi contiamo su migliaia di manoscritti, allora posso scegliere maggiormente, posso scremare la migliore, posso scovare il talento nascosto in ognuno di noi, posso chiedere di passare oltre alla buona opera e verificare l’eccellenza. Non voglio accontentarmi e punto in alto poi, giustamente, ho i miei problemi a fare emergere questa eccellenza, magari perché non ho la forza di una Mondadori o una Rizzoli, ma a questo si rimedierà nel tempo, ne sono certo.
                D) Secondo te, qual è lo stato dell’editoria italiana?
                R) Direi pessimo! Nove gruppi editoriali italiani monopolizzano il 90% del prodotto editoriale, quasi interamente pubblicando libri di scrittori stranieri. Sembra che gli unici scrittori italiani siano Faletti, Volo, Vespa, Troisi o qualche meteora, tipo Silvia Avallone e pochi altri. Quando ci si rende conto, poi, che cinquanta sfumature di colori diversi vende milioni di copie, allora siamo alla frutta. Parliamoci chiaro, in Italia non mancano gli autori di qualità però, piaccia o meno a tutti, questa si trova, c’è, esiste, ma sovente è nascosta dietro a un autore sconosciuto, che nessuna libreria metterà il suo libro in prima fila. Le difficoltà sono, quindi, la distribuzione e la diffidenza dei librai, altro scandalo letterario, tutto italiano. Se non sei Mondadori, Einaudi, Bompiani, etc. non vogliono i tuoi libri nemmeno se proponi il conto vendita che, per loro, è a rischio zero: sono preoccupati che gli scaffali siano pieni di libri che possono andare via velocemente e non danno spazio alla creatività, all’arte di chi è meglio di un Faletti o una Avallone oppure che non sia un calciatore o una velina. Dopo l’editoria a pagamento la piaga dell’editoria sono proprio i librai. Questi signori vendono libri o vendono solo i libri dei grandi padroni dell’editoria? Questa è la grande domanda cui non vi è tuttora una risposta qualificata. E questa l’unica difficoltà oggettiva, oggi aggravata dall’editoria a pagamento che pubblica sovente schifezze con qualche eccezione che non emergerà mai perché “sotterrato” dal resto di infimo valore.
                D) In Italia si legge pochissimo e la maggior parte dei lettori si dedica a giornali (specialmente sportivi) o romanzi stile ‘harmony’ cosa c’è di sbagliato in noi?
                R) L’hai detto, si legge pochissimo e, quando lo si fa, ecco che le cinquanta sfumature di ogni colore prevale. In noi non c’è nulla di sbagliato, a parte leggere troppo poco, almeno non sbaglia certo il lettore che rivolge il suo sguardo su autori stranieri e poco verso quelli italiani. Serve qualità letteraria italiana, un libro deve saper dire qualcosa di significativo, originale e, soprattutto, deve far sognare, riflettere e divertire. I generi letterari sono vari proprio per questo, se ti piacciono i fantasy, allora non fermarti a Licia Troisi o a G.R.R. Martin, bensì cerca pure qualche nuovo talento italiano. Non importa che sia sconosciuto, magari noleggiati l’eBook o leggiti le recensioni, ma convinciti a leggere italiano. Stessa cosa per altri generi, non è solo Dan Brown che scrive bei thriller storici, c’è pure Carlo Santi, oppure il Legal thriller non li scrive solo John Grisham, in Italia c’è pure il bravissimo e talentuoso Stefano Visonà (autore di Legal thriller targato CIESSE, ndr). Infine, convinci il libraio di fare bene il suo lavoro, non accontentarti che ti risponda: “non conosco quell’autore”. Se non ha il libro che cerchi, faglielo ordinare, oppure cercalo in rete, è comodo vedersi arrivare il libro preferito comodamente a casa, senza nemmeno muoversi.
                D) Tu, da scrittore, ti sei cimentato in due splendidi romanzi, “Il Quinto Vangelo” e “La Bibbia Oscura” (a breve saranno disponibili le recensioni su letteraturahorror.it) nell’ambito del genere thriller-storico, quali sono le caratteristiche principali di questo genere?
                R) A dire la verità, di romanzi ne ho scritti cinque, i due da te citati sono thriller storici, gli altri tre sono del genere giallo/thriller/poliziesco, altro filone che adoro. Per tornare alla domanda sui thriller storici, preciso che ho un’innata passione per i misteri in generale e ritengo di avere coerenza intellettuale, cioè analizzo compiutamente l’informazione che apprendo. Sono, altresì, un amante della storia del cristianesimo, soprattutto mi interesso delle incoerenze della Chiesa che tutti chiamano erroneamente “misteri”. Non esistono misteri, bensì interpretazioni, strumentalizzazioni e sconvolgimenti della verità che, da sempre, la Chiesa ci propone, come qualsiasi altra religione esistente, nessuna esclusa. Sia Il Quinto Vangelo sia La Bibbia Oscura sono basati su fatti storici da me studiati e analizzati con logica lucidità, poi ci ho costruito attorno una storia di fantasia che, però, possa dare una lettura alternativa a quei fatti che la storia narra, a volte in maniera distorta o incompleta. Sono anche percorsi interiori che condivido con il lettore, poi a lui l’ardua sentenza e convinzione, non pretendo di offrire alcuna verità e nemmeno condividere la mia impostazione ideologica e, per taluni versi, teologica. A ognuno la propria testa.
                D) A chi ti ispiri? Chi consideri il tuo maestro?
                R) I miei maestri, cui mi ispiro, sono: 1) per i colpi di scena Clive Cussler; 2) per la coerenza e la logica storicaMatilde Asensi; 3) per l’analisi dei personaggi e l’ambientazione John Grisham; 4) per l’azione e l’avventuraMarco Butticchi; 5) se, invece, voglio esagerare, allora mi ispiro a Lee Child
                D) In una precedente chiacchierata in merito a “La Bibbia Oscura” hai ammesso che forse non vi è argomento più horrorifico dell’avvento dell’Anticristo. Cosa vuole dire per te l’Anticristo?
                R) Esatto, ne sono assolutamente convinto. Se credi in Dio devi per forza credere nel Diavolo, lo vuole la logica prima ancora che la Religione. Il Diavolo, per sua natura, è la divinità più malvagia esistente, e può prenderti l’Anima. Non conosco al mondo un fatto più orribile di questo.
                D) Che rapporto hai con la religione?
                R) Mi reputo un cattolico non praticante. Ne Il Quinto Vangelo indico i comandamenti, così come li ho tradotti dall’ebraico derivanti, quindi, dalla religione mosaica e non quella cattolico-cristiana. Per esempio il primo di questi asserisce che, oltre al fatto che il Signore è l’unico Dio, etc., non si dovrà farsi immagini di Lui e di non idolatrare immagini in Sua vece. Ecco, anche per questo sono contrario al principio che vuole imporre la Chiesa quando dice che Dio lo si incontra in un luogo fisico, tipo Chiesa, o lo si idolatra inginocchiandosi di fronte a una reliquia, o a una statua, o a qualcosa di similare. Dio lo incontro anche mentre dormo o in quei momenti rari dove, magari, non penso ad altro se non a respirare.
                D) Nei tuoi due romanzi su citati, il protagonista è Tommaso Santini un personaggio positivo e che crea simpatia, lontano dalle dinamiche politiche vaticane, lontano dal saccente professor Langdon di Dan Brown. Come è nata la sua figura?
                R) Approfitto per chiarire una piccola differenziazione fra i personaggi citati e i rispettivi autori. In molti affermano che Il Quinto Vangelo ha delle analogie con Il Codice Da Vinci. I due argomenti trattati sono analoghi, si parla di Maria Maddalena, ma ciò non significa nulla. Sarebbe come dire che un fantasy sui vampiri ha delle analogie con il romanzo Dracula di Bram Stoker. Ci mancherebbe altro che non sia analogo, parlano dello stesso argomento: i vampiri. La differenza è che Bram Stoker è l’inventore del personaggio vampiresco che è, appunto, il Dracula letterario, mentre Dan Brown non ha inventato quello di Maria Maddalena. Quest’ultima, in caso non fosse chiaro ai molti su citati, è un personaggio biblico, storico e, quindi, “potenzialmente” vero. Fatta la doverosa premessa, il Tommaso Santini è un uomo di Chiesa, è cittadino vaticano, in organico fisso presso la Santa Sede con incarichi del tutto particolari. Molto lontano, quindi, al professor Langdon di Dan Brown che trattasi di un consulente esterno, esperto in crittografia. Sembrerà strano, ma quando ho pensato a Tommaso Santini, come a tutti gli altri personaggi dei miei libri, mi ispiro a come sarei io se mi trovassi in quelle specifiche situazioni. Non dico altro, ma un tempo, molti anni or sono, sarei stato un personaggio diciamo un po’… “frenetico”. A me basta pensare com’ero io un tempo, ed ecco che spunta Tommaso Santini, solo che lui compie le sue “freneticamentose” azioni su tutt’altri fronti. Anche la magistrata Sonia Casoni, altro personaggio di entrambi i libri, in pratica sono sempre io, ma come sono ora: burbero, perennemente incazzato e, a volte, scontroso.
                D) Che rapporto hai con il genere horror?
                R) Non mi dispiace l’horror, ma non è il genere che prediligo.
                D) Qual è il miglior libro horror che tu abbia letto?
                R) Assolutamente Dracula di Bram Stoker, e non dico che mi sia solo piaciuto, bensì che l’ho riletto una ventina di volte, anzi, mi sa che me lo rileggo un’altra volta. Poi ne dico un altro, L’ombra dello scorpione di Stephen King, credo sia il suo libro più bello in assoluto. Ricordo di averlo letto di notte, appena ventenne e, per quell’intera settimana, ho avuto problemi a prendere sonno. Da lì ho pensato che un libro deve farti vivere la storia che narra, come fossi all’interno del film, ma da protagonista.
                D) E il peggiore?
                R) Senza nulla togliere all’autore che, tra l’altro, ha riscosso un grande successo, direi che il peggiore che ho letto sia proprio Rosemary’s Baby di Ira Marvin Levin. Mi è piaciuto il film, però, raro caso di romanzo trasferito su pellicola dove quest’ultima è anche meglio dello scritto.
                D) Che consiglio daresti ai tanti scrittori giovani e alle prime armi?
                R) Consiglierei questo: se scrivi un libro, continua a scrivere ancora. Se hai scritto un solo libro sarai sempre un esordiente ma, se vorrai essere scrittore, dovrai esserlo per sempre oppure sarai solo colui che ha scritto un libro. Una bella cosa, non vi è dubbio, ma sarà sempre considerato un “caso” o una “casualità” del momento. Come tutte le cose della vita, anche continuare a scrivere aiuta a migliorare la tecnica, quindi, ci vuole allenamento anche in questo. Per ultimo, consiglio vivamente di scrivere se si ha veramente l’ispirazione per raccontare una grande storia. Ho una certa avversione per i racconti, li considero un buon esercizio, ma non ti portano da nessuna parte. La corposità, da me sempre gradita, significa che la storia può essere ben raccontata e i personaggi maggiormente delineati. Infine, fate parlare i vostri personaggi, così li farete conoscere, apprezzare, amare, oppure odiare. Il lettore li deve poter conoscere e credere che esistano veramente, quindi, dategli anima, carattere e corpo.
                D) Vorresti dire qualcosa ai lettori di Letteratura Horror?
                R) Sì, leggete sempre. La cultura va coltivata anche in tempo di crisi, anzi, non facciamola mai mancare nemmeno ai nostri figli. Grazie di questa opportunità e buone letture a tutti.

                Articoli casuali

                0 1177
                Ogni settimana, fino all'Epifania, uno o più titoli del catalogo CIESSE Edizioni saranno posti in "Offerta Speciale" su circa 80 Store OnLine (non è certa...