Home Tags Posts tagged with "Il Sigillo del Drago"

Il Sigillo del Drago

    0 1206

    I gemelli King e Il Serpente piumato

    Dopo Il sigillo del Drago i gemelli King si cimentano ora nella loro seconda avventura “dragosa” con Il serpente piumato.

    Il sigillo del Drago ha ottenuto due ottimi risultati, nel 2011 si è classificato al terzo posto alla IV Edizione del Premio Dickens e nel 2012 ha raggiunto la finale al più importante concorso nazionale riservato alla letteratura per ragazzi: il Premio Bancarellino. Non ha vinto per una manciata irrisoria di punti, un vero peccato, ma siamo sicuri che l’autrice ci riproverà ancora, questa volta con il secondo capitolo della saga.

    Non è oggi il momento per anticipare trama e ambientazioni, vi basti pensare che i gemelli viaggeranno per terre  affascinanti affrontando nuovi pericoli e rivelando antichi misteri che appassioneranno i lettori giovanissimi, ma anche i “meno” giovani.

    I fratelli Anna e Matthew King si riveleranno ancor più coraggiosi e intelligenti ma… che cosa lega le linee di Nazca, la Porta del Sole in Bolivia e le città Maya dello Yucatan? I gemelli King sono i protagonisti di una nuova avventura in cui, in compagnia del drago dorato, inseguiranno indizi sfuggenti per ritrovare il misterioso serpente piumato. Anna e Matthew incontreranno ancora Vivian e Tristan, i due strani e per certi versi inquietanti bisnipoti di Arthur McKenzie, il grande sognatore che credeva nell’esistenza dei draghi. Sullo sfondo di spettacolari siti archeologici, tra risate, battibecchi e litigi, i ragazzi  si imbatteranno in personaggi curiosi e dovranno destreggiarsi tra enigmi arcani e verità nascoste nei meandri del passato. Un viaggio fantastico per scoprire o riscoprire antiche civiltà perdute di cui ancora oggi sappiamo troppo poco.

    La cover è tratta da un bellissimo quadro del Maestro Paolo Binello, disegnato appositamente per il romanzo di Sonia. Il libro è in prevendita per dare la possibilità, ai tanti lettori dei libri di Sonia, di approfittare dello sconto natalizio del 30% che, ricordiamo, è previsto fino al 20.12.2012. Per usufruire della promozione inserire il codice sconto – CiesseChistmas2012 – all’atto del pagamento e aggiornare il carrello. La spedizione del libro avverrà entro il mese di gennaio 2013 e, per tutti coloro che lo acquisteranno durante il periodo di prevendita, verrà dedicato e autografato dall’autrice.

     SCHEDA TECNICA

    Titolo: I gemelli King e Il Serpente piumato | Vol: II | Autore: Sonia Dal Cason | Editore: CIESSE Edizioni | Autore Cover: M^ Paolo Binello | Genere: Romanzo per ragazzi | Pagine: 288 | Collana: RAINBOW | Anno/Mese: dicembre 2012 | ISBN Libro: 978-88-6660-071-8 | ISBN eBook: 978-88-6660-072-5

    BIOGRAFIA DELL’AUTRICE

    Sonia Dal Cason

    SONIA DAL CASON – Nata a Torino si è diplomata al Liceo Linguistico Cadorna frequentando poi la Facoltà di Economia, é sposata e vive in provincia di Padova.

    Nel 2001 è stata tra le finaliste del Premio letterario Europa Donna, il suo racconto “Pensieri Spaiati” è stato pubblicato nel volume “Il prima e il dopo”. Nel 2011 si è classificata al terzo posto alla IV Edizione del Premio Dickens con il romanzo per ragazzi “I gemelli King e il Sigillo del Drago”, edito da CIESSE Edizioni. Con la medesima Casa Editrice nel 2011 ha anche pubblicato due racconti in altrettante antologie tematiche: “Favole della Mezzanotte” e “FOBIE: Autori disadattati “in cura da” Alessandro Greco”. Nel 2012 è stata finalista del Premio Bancarellino con il romanzo “I gemelli King e il Sigillo del Drago”.

      0 823

      I gemelli King e il sigillo del drago di Sonia Dal Cason è un libro scritto con uno stile vivace e scorrevole, che sicuramente piacerà ai bambini più piccoli ma anche ai bambini cresciuti (come me) che ancora sognano avventure, esseri leggendari e scenari da favola.

      I gemelli King si chiamano Anna Matt, sono molto simpatici e adorano punzecchiarsi tra loro, ma soprattutto amano le leggende, la storia e l’archeologia:

      …a dodici anni sapevano decifrare i geroglifici così come le principali scritture araldiche, erano esperti di miti celtici e conoscevano a memoria le leggende medievali, con una speciale predilezione per quelle che parlavano di maghi e, ovviamente, di draghi.

      Sì, perché Anna e Matt sono convinti che i draghi esistano veramente, e loro sono pronti a provarlo.

      Una delle cose che mi è piaciuta di più è stata la ricchezza e il fascino delle ambientazioni.

      Si parte da casa King, che si trova nei Colli Euganei: un luogo che mi piace molto perché parte della mia famiglia si trova lì. Ma poi si spazia molto di più, e ci spostiamo nella magica Cornovaglia, alla scoperta di Stonehenge e della mitica Tintagel, l’antica Camelot. E poi via verso il fascino dell’Egitto, con una crociera sul Nilo e importanti ritrovamenti archeologici, fino all’apice finale in un luogo fuori dal tempo…

      Un’altra cosa che mi è piaciuta è il fatto che i fratelli King – al contrario di altri bambini di storie fantasy – hanno una mamma molto severa che li punisce quando compiono le loro imprese pericolosissime. Ed Elena, la mamma, ad un certo punto fa scontare loro una punizione che per me è stata inaspettata e ha dato una svolta inedita a questo tipo di storia. L’ho trovata originale.

      La buona notizia è che Sonia Dal Cason sta terminando il secondo volume: sono proprio curiosa di leggere il seguito!! Soprattutto mi incuriosisce il ruolo che vorrà far svolgere a Vivian e Tristan McKenzie, due fratelli che sembrano piuttosto ambigui e pericolosi. In questo primo libro le loro figure sono un po’ rimaste in ombra, mi piacerebbe conoscere di più i loro caratteri!

      Vi segnalo come ultima cosa il sito dell’autrice: http://www.soniadalcason.it/

      Link articolo originale

        0 1610

        Sonia Dal Cason

        Pubblichiamo, con estremo piacere e orgoglio, il comunicato stampa della segreteria del Premio Letterario Nazionale “IL BANCARELLINO 2012“, quest’anno giunto alla 55° edizione.

        Il Premio Bancarellino è il più prestigioso premio dedicato alla letteratura per ragazzi nonché collegato al rispettivo Premio “BANCARELLA”, riservato alle opere di narrativa per adulti.

        Da sempre il Premio Bancarellino è paragonato allo “Strega” e al “Campiello” della letteratura per ragazzi, in questa edizione 2012 vede al numero 4 il titolo di Sonia Dal Cason con I gemelli King e Il Sigillo del Drago che, pertanto, entra di diritto in semifinale.

        Ora la parola passa ai ragazzi delle Scuole Medie Secondarie di tutta Italia i quali sceglieranno i cinque finalisti.

        Complimenti vivissimi a Sonia e, nel frattempo, incrociamo le dita… 🙂

        COMUNICATO STAMPA

        SEGRETERIA PREMIO BANCARELLINO

        19 febbraio 2012

        Nella mattinata di oggi, domenica 19 febbraio 2012, si è riunita a Pontremoli, la Commissione di scelta 2012 del Premio Bancarellino.

        Dopo un’accurata discussione degli elaborati in concorso e un’acceso confronto legato al gradimento degli stessi, i tre componenti della Commissione:

        • la Sig.ra Giuditta Bertoli, Consigliere della Fondazione Città del Libro,
        • il Prof. Giulio Armanini, Consigliere della Fondazione Città del Libro,
        • il Sig. Ignazio Landi, Consigliere della Fondazione Città del Libro e Segretario del Premio Bancarellino,

        hanno selezionato i seguenti 20 volumi, quali semifinalisti, partecipanti al Progetto Lettura:

        1. Come un pesce fuor d’acqua – Silvia Sola – edito da Mobydick
        2. Ho attraversato il mare a piedi – Loredana Frescura e Marco Tomatis – edito da Mondadori
        3. I gemelli giornalisti sono io! – Ennio Cavalli – edito da Il battello a vapore – Piemme
        4. I gemelli King e il sigillo del drago – Sonia Dal Cason – edito da Ciesse Edizioni

        5. Il Compleanno di Franz – Sebastiano Ruiz Mignone – edito da Lapis
        6. La piccola Greenpeace e la musica aliena – Luigi Riella – edito da Mef l’Autore Libri Firenze
        7. La pulce che voleva vedere il mondo – Paola Alciati – edito da Albatros il filo
        8. Le beatitudini del marciapiede – Antonio Mazzi – edito da Monti
        9. Lo spacciatore di fumetti – Pierdomenico Baccalario – edito da Einaudi Ragazzi
        10. L’ordine della tavola incisa – Jacopo Casiraghi – Kaba Edizioni
        11. Magica amicizia – Andrea Boughard – edito da Salani
        12. Matt e Splatch nel regno di sottoterra – Alessandro Corallo – edito da Falzea Editore
        13. Mondo tarocco – Domenica Luciani – edito da Il gatto nero Feltrinelli
        14. Morte a Garibaldi – Angela Nanetti – edito da Giunti Junior
        15. Piripillo – Carmen Siani e Dionisio Pellegrinetti – edito da Felici Editore
        16. Re dell’estate una fiaba moderna rubata alle fate – Inga Barbieri – edito da Edigiò
        17. Saremo tutti italiani – Luca della Bianca – edito da Editrice Campanila
        18. Storie del mare – Folco Quilici – edito da Mondadori
        19. Voglio essere Joel – Cinzia Medaglia – edito da Edisco
        20. Sopravvissuta – Fulvia degl’Innocenti – edito da Edizioni San Paolo

        Nei prossimi due mesi, centinaia di studenti delle Scuole Medie Secondarie di tutta Italia, leggeranno a loro volta i libri proposti dalla Commissione e sceglieranno i 5 finalisti della 55° edizione del Premio Bancarellino, che si terrà come di consueto in Piazza della Repubblica a Pontremoli, quest’anno sabato 19 maggio.

        La Fondazione Città del Libro, vuole ringraziare tutti gli Autori e le Case Editrici che hanno partecipato, ma soprattutto tutti coloro che sono rimasti esclusi da questa prima selezione.

        Tutti i volumi erano certamente di livello ma, purtroppo, abbiamo dovuto effettuare questo primo taglio importante.

        Agli Autori rimasti in gara, vanno i nostri migliori auguri, perché ora è il tempo del giudizio dei “cattivissimi e severissimi” giudici popolari: gli alunni delle scuole medie, i veri destinatari delle storie che sono state raccontate nei libri.

        In bocca al lupo! (Crepi! ndr)

        Ignazio Landi

        Segretario del Premio Bancarellino

        Link pagina Facebook del Premio Bancarella

          0 1324

          Bruno Elpis

          Davvero terribili i due gemelli Anna e Matt King!

          Le creazioni di Sonia Dal Cason, tra zuffe e provocazioni reciproche, ci dimostrano che l’unione fa la forza in una fantasiosa caccia al tesoro che si sviluppa in tre fasi per un obiettivo ben preciso e … alla portata di tutti: conoscere un drago in carne e ossa.
          Tutto parte da un maldestro incidente, occorso a un cofanetto antico e imputabile ai due twins che – anche grazie agli ascendenti, perché sono figli di uno storico e di un’archeologa – si destreggiano tra mille abilità: sanno decifrare rune, posseggono rudimenti di lingue antiche e quindi penetrano geroglifici e simbologie, si dimostrano abili solutori di rebus, ma soprattutto sono dotati in modo spiccato di fantasia, incoscienza e senso dell’avventura. E, da veri gemelli, comunicano tra di loro anche per via telepatica.
          E veniamo ai tre ambienti nei quali ho idealmente segmentato la storia.
          PRIMA FASE: siamo in Cornovaglia, terra di boschi e di scorci selvaggi, oltre che di coste alte sull’oceano. Le tappe naturali del viaggio sono: Stonehenge, dove i nostri eroi vivono un’esperienza mistica al suono dei tamburi, le “allegre damigelle” di Penzance e, ovviamente, Tintagel, l’antica Camelot ove sorgono le rovine del castello di re Artù. Come appendice, i ragazzi fanno un’esperienza speleologica nelle grotte di Merlino, le cui arti magiche sembrano assistere le sorti dei gemelli quando rischiano di fare una brutta fine…
          SECONDA FASE: siamo nell’Egitto tra Il Cairo, le piramidi di Giza, Luxor e Amarna. Passando per una fantastica crociera sul Nilo. Anche qui, tra alterchi, sberleffi e castighi inflitti dalla madre archeologa, Anna e Matt dimostrano che buon sangue non mente. Tra intuizioni e colpi di fortuna arrivano dritti dritti al loro bersaglio, e cioè alla:
          TERZA FASE: siamo fuori dal tempo. A contatto con un essere che dovrebbe atterrire (ricordate King Kong? O l’E.T. di Spielberg?) – il diverso, il mostruoso – e che soltanto lo spirito libero dei bambini interpreta nel modo giusto: con la tolleranza e l’entusiasmo dell’animo puro. E allora spetta un premio: un fantastico viaggio su un ottovolante metafisico, per prendere coscienza, dall’alto, degli orrori compiuti dall’uomo. Si chiamino barriere coralline annientate dal petrolio (è di questi giorni l’ennesimo disastro ecologico, quello in Nuova Zelanda), alterazioni dell’ambiente che comportano l’estinzione dei panda, o sterminio delle tigri …
          Il romanzo di Sonia Dal Cason è concepito per i ragazzi e li farà sognare. Io ne consiglio la lettura anche a tre categorie di adulti.
          Innanzitutto a chi non crede che i draghi esistano veramente. Questa, per loro, è un’ottima occasione per ricredersi, seguendo le evoluzioni dei gemelli che – in fondo, in qualche modo – tutti noi siamo stati, magari molti anni fa.
          In secondo luogo lo consiglio alla generazione (la mia!) che, a scuola, mandava a memoria le belle poesie. Ricordate il Breus di Giovanni Pascoli?
          Viveva con sua madre in Cornovaglia:
          un dì trasecolò nella boscaglia.
          Nella boscaglia un dì, tra cerro e cerro
          vide passare un uomo tutto ferro.
          Morvàn pensò che fosse San Michele …
          Della serie: anche il fantasy è cultura.
          Infine, “Il sigillo del drago” lo consiglio a chi ha amato il Piccolo Principe di Saint Exupéry. Cioè a chi crede, almeno per un momento, che “l’essenziale è invisibile agli occhi” …

            0 1135

             

            I gemelli King e Il Sigillo del Drago

            di Sonia Dal Cason

            Emiliano Grisostolo

            Il romanzo fantasy I gemelli King e il Sigillo del Drago dell’autrice Sonia Dal Cason, edito da CIESSE Edizioni, si ritaglia un ottimo posto nella letteratura per ragazzi, che attira sempre l’attenta curiosità dei giovani lettori.

            Una fascia che ha sempre bisogno di nuove proposte che non siano esse solo di provenienza internazionale, possiamo citare come esempio il famoso Harry Potter con i suoi sette volumi e altrettanti film, ma anche italiane.

            Il romanzo di Sonia Dal Cason può tranquillamente, e senza sfigurare, entrare a far parte di quella letteratura internazionale che serve a far crescere i giovani lettori, senza per questo risultare banale quando a leggere la storia e un adulto. Infatti, il romanzo edito da CIESSE Edizioni, è un lavoro complesso che continuerà in un evoluzione, che intuisco già da ora, interessante e corposa, ma soprattutto ha alla base un solido messaggio che deve ancora una volta farci riflettere.

            Gli elementi per non confinarlo a lettura banale per ragazzi, ci sono tutti, in quanto l’autrice ha eseguito una buona ricerca sull’antico mondo egizio, nel quale è ampiamente ambientata la storia, ma anche le leggende di Stonehenge e d’Inghilterra e la trama ben strutturata, rendono questo romanzo interessante, in cui verità storica e leggenda, con l’aiuto della fantasia dell’autrice, si amalgamano in un susseguirsi di eventi e avventure che i due protagonisti dovranno affrontare, risolvendo enigmi, in una bellissima caccia al tesoro che li unirà ancora di più, per poter così risvegliare dal Magico Sonno dei secoli il Drago dorato.

            Un percorso che farà sognare quel lettore amante dei romanzi d’avventura, in cui la ricerca archeologica è al centro della trama, come nel miglior classico Indiana Jones, ma anche il più sognatore, quello in cui la figura del Drago come guida, essere grandioso, fantastico, e buono, e sempre nel suo cuore. Una storia che, come già accennato, porterà il giovane lettore ma anche quello adulto, a compiere insieme ai protagonisti un cammino di crescita e riflessione, pur mantenendo un taglio giovane, mai troppo impegnativo, con un intreccio narrativo ben elaborato e dialoghi veloci, veri, di due gemelli dodicenni eruditi ma pur sempre ragazzi, con il gioco nel cuore.

            Lettura consigliata.

            Link al titolo

            Articoli casuali

            0 1177
            La legge tutela le opere dell’ingegno per il solo fatto della loro creazione, indipendentemente da qualsiasi formalità di deposito e di registrazione; sono escluse...