Home Tags Posts tagged with "Emiliano Grisostolo"

Emiliano Grisostolo

    0 1435

    In questi giorni è uscito il Trailer ufficiale del film

    Griso

    Grisostolo durante le riprese del film

    Con la sua consueta narrazione asciutta e cinematografica e non nuovo a cambiamenti di genere letterario, Emiliano Grisostolo (Come foglie portate dal ventoUnabomber – Il muro di luce) ha deciso di rimettersi in gioco ancora una volta.

    Grisotolo assieme al regista Ronnie Rosselli

    Grisotolo assieme al regista Ronnie Rosselli

    Grisostolo ha scritto la sceneggiatura di un film thriller paranormale dal titolo “Anna La Nera” che, in questi giorni, è nella sua fase di lancio. Una nuova avventura che proietta così l’autore maniaghese in una diversa dimensione creativa, un’esperienza esaltante, un sogno che per Emiliano è ora diventata realtà.

    Emiliano Grisostolo

    Emiliano Grisostolo

    E’ un film d’autore, il regista Ronnie Roselli della Video900 è molto apprezzato nell’ambiente e possiede ottime capacità tecniche, il lungometraggio non ha restrizioni di tempo imposto da una produzione, ed è stata posta estrema attenzione ai dettagli. Completamente girato in alta definizione, le riprese sono state effettuate tra Trieste e il Villaggio del Pescatore nei pressi di Duino, in una location di grande effetto, con alcune scene a Venezia.

    Gli attori del cast artistico, così come la troupe, sono tutti del capoluogo giuliano. La sceneggiatura realizzata da Grisostolo percorre strade nuove per il regista Roselli che per la prima volta si avvicina ad argomenti legati al soprannaturale, dove ad alcuni ragazzi sarà richiesto di fare delle ricerche in una casa nel bosco, sarà qui che verranno in contatto con lo spirito di una giovane donna trovata morta anni prima e… il resto lo si vedrà al cinema.

    A questo punto, proponiamo il trailer ufficiale del film.

      0 1094
      IL VAMPIRO DI MUNCH di Alessandro Maurizi

      IL VAMPIRO DI MUNCH di Alessandro Maurizi

      LIBRI

      1. IL VAMPIRO DI MUNCH di Alessandro Maurizi
      2. FOTOGRAMMI DI UN MASSACRO di Maurizio Blini
      3. LA POPOLAZIONE DEL TERZO OCCHIO di Mary Griggion
      4. LE GIOVINEZZE DI DANIEL ABAGIU di Cezar Paul Badescu
      5. IL CAVALIERE DI SAN GIOVANNI di Taras Stremiz
      6. LA MALEDIZIONE DI RANGHANATAN di Francesca Navoni
      7. L’ARCA DELL’ALLEANZA di Carlo Santi
      8. IL MURO DI LUCE di Emiliano Grisostolo
      9. L’AMPOLLA SCARLATTA di Monique Scisci
      10. NON TI SVEGLIARE di Stefano Visonà

      La classifica tiene conto dei libri venduti e fatturati e non quelli in “conto vendita” alle librerie e ai distributori.

      L'AMPOLLA SCARLATTA di Monique Scisci

      L’AMPOLLA SCARLATTA di Monique Scisci

      eBook’s

      1. L’AMPOLLA SCARLATTA di Monique Scisci
      2. L’ARCA DELL’ALLEANZA di Carlo Santi
      3. NON TI SVEGLIARE di Stefano Visonà
      4. IL SEGRETO DEI TRE CAMPANILI di Roberta Di Odoardo
      5. HALLOWEEN ALL’ITALIANA di Autori vari
      6. IL CAVALIERE DI SAN GIOVANNI di Taras Stremiz
      7. IL SEGRETO DELL’ORDINE di Monique Scisci
      8. LA BIBBIA OSCURA di Carlo Santi
      9. BALLERINE DI CARTA di Laura Rico
      10. KAIROS di Luca Fadda

      La classifica tiene conto di tutti gli eBook venduti attraverso i vari canali distributivi convenzionati.

        0 2338

        Per cinque giorni sarà possibile acquistare l'eBook a un prezzo vantaggioso: euro 1,90

        OffertaSpecialeCover_Il_muro_di_luceOgni settimana, fino all’Epifania, uno o più titoli del catalogo CIESSE Edizioni saranno posti in “Offerta Speciale” su circa 80 Store OnLine al prezzo eccezionale di solo 1,90 euro.

        Sarà possibile acquistare il romanzo Sci-Fi IL MURO DI LUCE di Emiliano Grisostolo nella versione eBook al prezzo speciale di 1,90 (uno virgola novanta) euro anzichè 5,00 euro (-3,10 €).

        La promozione durerà cinque giorni, dalle ore 00,00 del giorno mercoledì 22 alle ore 24,00 del giorno domenica 26 ottobre 2014.

        SCHEDA TECNICA

        Titolo: Il muro di luce | Autore: Emiliano Grisostolo | Genere: Sci-Fi/Fantastico | Pagine: 192 

        ISBN Libro: 978-88-6660-114-2  | ISBN eBook: 978-88-6660-115-9

        brand_Store Online

          0 1204

          Cover_Il_muro_di_luceIl muro di Luce, l’ultimo romanzo Sci-Fi di Emiliano Grisostolo, verrà presentato dall’autore sabato 20 settembre alle ore 15 presso il Palazzo della Camera di Commercio Sala Convegni di Pordenone.

          A moderare l’incontro sarà la giornalista Anna Vallerugo.

            0 1818

            Cover_Il_muro_di_luceIl muro di luce (Ciesse edizioni), ultima fatica dello scrittore maniaghese, Emiliano Grisostolo, lo si potrebbe forse etichettare, in maniera piuttosto semplicistica, come un romanzo di mera fantascienza; e però non siamo di fronte a un costrutto narrativo basato sulla sola fantasia, Grisostolo mescola infatti tanti elementi junghiani che disegnano un quadro sociale di incertezze, quello attuale; la stabilità di coppia, l’incertezza lavorativa, il precariato, la paura di essere soli nell’universo. Ecco dunque che l’alieno che Grisostolo mette nero su bianco è (forse) più umano di quella umanità, che, dalla notte dei tempi, scruta il cielo nella speranza di scorgere un seppur minimo segno di un Dio, d’un Demiurgo, di una civiltà superiore ma simile alla nostra.

            L’abusato cliché dei viaggi spaziotemporali, serve allo scrittore per introdurre il lettore nella realtà sociale degli anni della Guerra Fredda; nel tentativo di mascherare la tensione fra URSS e USA, molti scrittori adottarono i marziani (e gli alieni, provenienti da un po’ tutti i pianeti del sistema solare e non), che nei loro romanzi (perlopiù da edicola) finivano con l’essere i nemici dell’umanità. Impossibile non ricordare “L’invasione degli ultracorpi” di Jack Finney, la “Guerra dei mondi” di Herbert George Welles, “I figli dell’invasione” di John Wyndham;  ma meglio di tutti, le contraddizioni della società americana, le evidenziò Philip K. Dick in alcuni romanzi, che non è possibile definire a pieno titolo di fantascienza: “L’uomo dai denti tutti uguali”, “Il paradiso maoista”, “Voci dalla strada”, “Mary e il gigante”.

            Emiliano Grisostolo

            Emiliano Grisostolo

            Il muro di luce di Emiliano Grisostolo è molto più vicino alla letteratura mainstream dickiana che non alla fantascienza;  ed è questo un pregio della storia narrata e non, come qualcuno potrebbe pensare, un punto a sfavore del romanzo. Grisostolo compara la società degli anni Sessanta con quella odierna, arrivando alla conclusione che nulla è veramente cambiato, vale a dire che la società è rimasta ferma, non si è socialmente evoluta, né l’etica è cambiata d’una virgola: sempre le forze governative usano la violenza e la tortura contro chi vorrebbe dare inizio a un mondo ideale, se non perfetto comunque prossimo a sfiorare una democrazia reale, per una parità di diritti e di possibilità uguali per tutti.

            L’alieno, molto umanizzato disegnato da Grisostolo, non è però malvagio, tutt’altro: è esso un portatore di pace, che vorrebbe salvare la Terra da una immane catastrofe, grazie anche a un manipolo di coraggiosi riunitisi intorno alla Resistenza. Un vecchio professore, che negli anni ’40 mise a punto una straordinario congegno per viaggiare nel tempo, raggiunta la veneranda età di 90 e passa anni, si trova suo malgrado costretto, ancora una volta, a dover fare i conti con chi vorrebbe utilizzare le sue scoperte per scopi bellici. Il professore può contare sull’aiuto incondizionato dell’alieno Kio – un essere che somiglia molto a un bambino e che per certi versi ricalca le delicate fattezze dell’ET creato da Carlo Rambaldi –, ma anche sulle sue visioni, delle vere e proprie esperienze sinestesiche che lo istruiscono. Non sarà facile per nessuno dei personaggi coinvolti capire e fronteggiare la minaccia che alligna su di loro, ma, alla fine, alieni e umani avranno maturato una coscienza di sé che mai avrebbero sospettato.

            Il muro di luce di Emiliano Grisostolo, nonostante qualche perdonabile ingenuità dal vago sapore new age, è una più che piacevole lettura che fa viaggiare il lettore con l’immaginazione inducendolo a riflettere sul destino di questa nostra umanità, in questo così tanto incerto momento storico dove l’unica certezza è che qualcuno ci spia, e non dal cielo!

            Il muro di luce – Emiliano Grisostolo – CIESSE Edizioni – Genere: Sci-Fi/Fantastico – Pagine: 192 – Collana: SILVER – 1ma edizione: febbraio 2014 – ISBN Libro: 978-88-6660-114-2 – ISBN eBook: 978-88-6660-115-9 – Libro euro 15,00 – eBook euro 5,00

            Link articolo originale

              0 931

              Comunicato Stampa

              Cover_Il_muro_di_luceDopo le buone recensioni presenti nel web in diverse piattaforme, continuano le soddisfazioni per Emiliano Grisostolo, eclettico scrittore di Maniago che di recente si è visto dedicare un servizio del TG3 RAI FVG, che nella sua cittadina ambienta gran parte delle sue storie, recentemente passato al genere fantastico con la pubblicazione di un nuovo romanzo Il muro di Luce, edito dai tipi di Ciesse Edizioni, nono romanzo pubblicato in una carriera che ha avuto inizio nel 1997. Nella sua eterna voglia di mutare forma, ha realizzato l’anno scorso due progetti di genere fantastico, che si allontanano dai suoi lavori noir, infatti è sua una trilogia dedicata alla tratta dei bambini (2006-2011), e sempre suo è il romanzo incentrato sulla figura oggi ancora senza nome e volto di Unabomber (2012), lavoro il suo che ha interessato alcuni registi tra il 2012 e il 2013 senza un nulla di fatto, e che spera un giorno di riuscire a portare a teatro o al cinema. I due nuovi lavori sono un film lungometraggio horror/paranormale dal titolo “Anna La Nera” di cui è sceneggiatore, prodotto da Video900 per la regia di Ronnie Roselli, attualmente in post produzione, e il romanzo sci-fi Il muro di Luce in libreria da febbraio 2014 di cui si è occupato anche il TG3 RAI FVG con un servizio. L’autore è presente con la sua pagina nel social face book e twitter e invita chiunque volesse seguirlo a raggiungerlo attraverso le sue pagine. In queste settimane sta definendo alcune presentazioni dopo quella avvenuta in marzo a Spilimbergo (PN).

                0 1202

                Cover_Il_muro_di_luceSINOSSI

                Anni ’40, New York. Un vecchio scienziato riesce a costruire, grazie a delle visioni illuminanti, una macchina capace di viaggiare nel continuo spazio tempo. Anni ’60, base militare di Mountauk. Un ambizioso ufficiale dell’esercito è al capo di una missione che si avvale della collaborazione di esseri alieni.

                2013, Maniago. Un piccolo imprenditore, prossimo alle ferie estive, si concede un’ultima escursione nei boschi della Val Cellina in compagnia di un suo amico militare dell’aeronautica al servizio della vicina base americana. Le tre storie finiranno con l’intrecciarsi, grazie a degli straordinari portali dimensionali, che metteranno in connessione i protagonisti di tre epoche diverse, ma supervisionate da esseri alieni abitanti di una dimensione parallela.

                A rischio è il futuro dell’umanità. E tra atti eroici alieni e improvvisati paladini del genere umano, le vicende si susseguono ad un ritmo incalzante muovendosi tra il tempo e lo spazio.

                RECENSIONE

                FantasyPlanetQuella di Grisostolo è un’abilità narrativa capace di tenere il lettore incollato ed in un costante stato di tensione. Uno stato tensivo generato dallo smanioso desiderio di conoscere, di arrivare al punto culmine che, abilmente, lo scrittore fa deflagrare in un finale che giunge come una stangata, ma che si confà perfettamente ad un romanzo che ha come ambizione principale quella di aprire più profonde e complesse riflessioni, dal tono spesso esistenziali.

                Il muro di luce è un romanzo di genere, mai però fine a se stesso. La libertà a cui si presta perfettamente lo sci-fi è infatti sfruttata da Grisostolo per costruire un’articolata tessitura narrativa, il cui frutto mette in campo contenuti dal retrogusto esistenziale, fino a lambire quei concetti di sincronicità junghiana. La narrazione si muove nel tempo e nello spazio, fino ad aprirsi ad una struttura tridimensionale, che allarga la superficie di azione anche a dimensioni parallele, a mondi invisibili e a misteriose forze sottese al mondo fisico.

                Svariati elementi concorrono ad avvalorare questo approccio ponderato alla narrazione. La contrapposizione tra le avanzate tecnologie ed il paesaggio incontaminato dei boschi della Val Cellina, crea un inevitabile cortocircuito, ma allo stesso tempo svela quanto la natura nasconda delle forze insondabili, eternamente oscure sia per l’essere umano che per l’alieno; allusione acutamente incarnata da quelle colonne d’oro del Monte di San Lorenzo di cui narrano le leggende di quei luoghi; così come misteriosa resterà l’intelligenza che influenzerà le scoperte del vecchio scienziato. Una riflessioni quasi ontologica e teologica, da questo punto di vista, ma che trova forza in quella inestricabile radicazione ad una natura inviolata, pura, da contemplare estaticamente, con sguardo romantico, come probabilmente lo scrittore maniaghese fa nel suo privato. Forze oscure, mondi paralleli, figure perturbanti, che infatti ricordano un certo tipo di letteratura romantica, e da cui traspare un’intima e sensibile concezione della natura.

                In un racconto in cui il quotidiano e l’extra quotidiano di scontrano inaspettatamente, l’inserimento di accenni ai miti della tradizione si inquadra come riflesso di una costante e sempiterna condizione dell’umanità, combattuta tra desiderio e l’impossibilità di conoscenza. Le arcane presenze, che aleggiano negli spazi della routine giornaliera, trovano corpo e sconvolgono l’ignara esistenza di un uomo comune (come ne Incontri ravvicinati del terzo tipo), e saranno input ad un’avventura tra luoghi reali e dimensioni eteree, oniriche, ma ancor di più, in spazi della coscienza.

                I punti di vista si alternano seguendo i salti spazio-temporali della narrazione, riuscendo però sempre a catturare il lettore, che si ritroverà anche lui risucchiato da quella corrente destabilizzante di avvicendamenti, immedesimandosi prima con un uomo comune e poi con un essere alieno.

                Un romanzo perfettamente pensato e sapientemente scritto. Una lettura indubbiamente consigliata.

                Voto: 3.8

                 

                Link articolo originale

                  0 791

                  Comunicato stampa

                  Cover_Il_muro_di_luceIn libreria a febbraio Il muro di luce, nuovo romanzo di Grisostolo

                  “Durante gli anni ’40 si scoprì il modo di muoversi nello spazio tempo continuo. Mondi paralleli che si intrecciano vennero messi in comunicazione. Tempi che si accavallano intersecandosi in un vortice che stordisce. Nel cielo si muovono luci. Nei boschi, occhi osservano. Tra i boschi esistono i Muri di Luce. Portali che conducono in altri dimensioni. Passaggi che saranno la via. Ce già chi li sta usando. E osserva il nostro mondo.” (dalla quarta di copertina).

                  Sono passati alcuni mesi dalle prime indiscrezioni riguardanti il nuovo romanzo del maniaghese Emiliano Grisostolo, storia che questa volta accarezza nuovi generi letterari e nuove dimensioni. L’autore, dopo le consuete riscritture e sessioni di editing, ha da poco dato alle stampe per i tipi di Ciesse edizioni, Il muro di luce, che sarà in libreria verso la metà di febbraio, mentre è già disponibile la versione e.book  nelle più importanti piattaforme online.

                  Si tratta del terzo lavoro che Grisostolo porterà in libreria con il logo Ciesse Edizioni, e del suo nono romanzo edito dal 1997 ad oggi. Dopo Come foglie portate dal vento e Unabomber, l’autore maniaghese riporta la sua Maniago in prima linea, ambientando la storia parzialmente nel paese in cui vive, tra le sue vie ma soprattutto tra le valli, le grotte e i boschi che la circondano, perché, come dice l’autore, ogni luogo merita di essere raccontato. Il nuovo romanzo dal titolo Il muro di luce, attraversa diversi spazi temporali e dimensioni. Come racconta l’autore, siamo negli anni ’40. Immobile in una stanza d’albergo di New York, il vecchio scienziato ha una nuova visione causata dalla sinestesia, esce per raggiungere il proprio laboratorio e completare la sua macchina. Poco distante il parco e la collina sono immersi in un’apparente calma.

                  Siamo negli anni ’60. Un ufficiale dell’esercito americano e’ al comando della base militare di Montauk che si trova nei pressi di un parco vicino New York.

                  Siamo nel 2013. Marco, un giovane imprenditore, si trova a pochi giorni dalle ferie estive, osserva luci in movimento nella notte sopra i monti che circondano Maniago. Alcuni giorni dopo, con un amico militare della vicina base americana in procinto di tornare nel suo paese, decide di passare una giornata tra i boschi nei pressi della Val Cellina. Sarà in questo luogo che avverrà l’incontro con un vecchio in fuga. Ad inseguirli nell’oscurità’, figure aliene che sembrano uscite da un film, e questo incontro cambierà per sempre le loro vite. (dalla quarta di copertina).

                  Con la sua consueta narrazione asciutta e cinematografica e non nuovo a cambiamenti di genere letterario, l’autore maniaghese ha deciso di rimettersi in gioco ancora una volta, tuffandosi nuovamente dopo molti anni nel mondo del fantastico, è infatti del 1998 il suo romanzo horror dal titolo Adrenalina, lasciando ora il noir per attraversare il terreno del genere sci-fi, ambientando la sua nuova storia proprio tra Maniago, le montagne che la circondano e le vallate che scendono verso la pianura. Con nuovo slancio ha deciso di percorrere nuove vie in cui visite di esseri alieni si amalgamano con la storia di un personaggio storico realmente esistito. Il muro di luce sarà un viaggio tra presente e passato, dove nuove dimensioni si apriranno al di là di passaggi nascosti tra quei boschi che l’autore ama, e dai quali trae l’ispirazione per le sue nuove avventure letterarie.

                  Il 2013 è stato un anno di rinnovamento a tutto campo, conclude Grisostolo, di novità e voglia di mutare ancora una volta che fanno parte integrante del mio carattere. Se non potessi farlo sarei come un animale in gabbia, volare e librarmi in nuovi spazi sono per me libertà assoluta. Trasformare ciò che già sono in qualcosa di ancora una volta diverso, sperimentando, cambiando le carte in tavola verso orizzonti nuovi sono l’acqua che mi serve per sopravvivere giorno dopo giorno.

                  Ufficio Stampa

                  Emiliano Grisostolo

                  Articoli casuali

                  0 2338
                  Ogni settimana, fino all'Epifania, uno o più titoli del catalogo CIESSE Edizioni saranno posti in "Offerta Speciale" su circa 80 Store OnLine al prezzo...