Home Archivio

    0 810

    >

    Emiliano Grisostolo

    L’omissione di Dante

    di A.L.Ronin

    CIESSE Edizioni

    Un gioco delle parti che deve far riflettere sotto diversi aspetti. Questa è una delle forze che caratterizzano il romanzo giallo di A. L. Ronin, L’omissione di Dante, pubblicato da CIESSE Edizioni.

    Una storia cruda, ma potenzialmente reale. Uno sfondo silente che serpeggia nella nostra società, e non fa da sfondo ma si muove, striscia, ruba l’innocenza e i sogni ai bambini, li devasta. Un mondo marcio nel quale esseri innominabili distruggono ciò che di più bello esiste al mondo, il sorriso di un bambino. Un sorriso che riflette la luce, occhi che ti osservano, un corpo che si abbandona al tuo comando perché sicuro del tuo amore, perché si fida, e non sempre è così. Il mondo che conosciamo vive anche di ipocrisia, e il non parlarne spesso aiuta a superare certi eventi, certi disagi, certe verità volutamente celate perché terribili da raccontare. Molto meglio prendere il colpevole e rinchiuderlo, nessuno ne sentirà la mancanza. Ma Ronin, autore di questoCover L'omissione di Dante ottimo giallo che sa tenerti incollato alle sue pagine fino alla fine, è riuscito lì dove molti voltano lo sguardo dall’altra parte: ha sbattuto in faccia la verità su questo nostro mondo marcio. E lo ha fatto con un ottimo stile narrativo, intrigante e a tratti ironico, con una narrazione fluida, passando da una terza a una prima persona narrante che non sempre riesce nell’intento di tenere alta l’attenzione del lettore. Se poi il tema è di quelli scottanti e volutamente poco trattati dai media, Ronin con il suo L’omissione di Dante, è riuscito nell’intento di portare in superficie questi orrori e porli sotto gli occhi di tutti in modo nuovo. Un giallo avvincente perché incuriosisce, ti incastra in un gioco delle parti che vuoi scoprire, nel quale fin da subito ti immedesimi, ma che non sarai in grado di comprendere fino alla fine, dove il lettore si chiederà più volte chi è l’assassino, il complice, ma soprattutto il cattivo! E con un ennesimo colpo di scena finale. In questo romanzo sarà il lettore a decidere chi è il cattivo, e questo è un altro punto di forza notevole. E il cerchio si chiude, come il girone dantesco che l’autore fa rivivere tramite il protagonista, l’Ispettore Verso, e il suo cattivo, l’assassino, che con freddezza sarà in grado di rintracciare quei schifosi pedofili nascosti in quella società nella quale viviamo, celati ai nostri occhi, orchi che dilaniano i sogni dei bambini, e i nostri, uccidendoli uno a uno.

    Un girone di cui Dante non ha voluto parlare, un girone innominabile, una categoria presente, oscurata dal terrore, in cui Ronin ci trasporta con una trama non banale e importante, in grado di porci nella condizione di chiederci realmente cosa avremmo fatto noi al posto dell’Ispettore Verso.

    Lettura altamente consigliata.

    ALRonin

    Antoine L. Ronin è nato a Marsiglia da padre francese e madre italiana. Attualmente vive a Cap d’Antibes con moglie e figlia. Si occupa dei suoi ristoranti ma non ha mai abbandonato la voglia di leggere. Da una piccola disputa con suo cognato, anch’egli appassionato lettore di thriller/noir, disse che avrebbe scritto un romanzo altrettanto interessante come quelli dei maestri del brivido.

    Link al titolo

      2 852

      >
      …::: CIESSE Edizioni :::…


      DICEMBRE 2011     
      ciesse edizioni
      35020 Maserà di Padova – Via Conselvana 151/E
      Tel. 049 8862219 | Fax 049 2108830

       
      La storia di un ragazzo e del suo sogno, un uomo diventato Campione con le sue gioie, le sue delusioni e le sue verità sul tormentato mondo del calcio. Un libro che ripercorre la carriera di uno dei calciatori più affermati al mondo: Dino Baggio
      Dino Baggio e Marco Aluigi, 2011
      ISBN 978-88-6660-012-1
      L’approccio alla “lettura” dell’opera di Francesca Panzacchi D’ombra e di luce non deve essere di natura tecnica e non deve ricercare una trama o un fil-rouge narrativo, ma deve essere unicamente emozionale…
      Francesca Panzacchi, 2011
      ISBN 978-88-6660-014-5
      Asil ha dodici anni, è scappato di casa e vive in una fatiscente baracca, derubando la gente in modi fantasiosi. In realtà la sua non è una gran fuga: la madre, con cui non va d’accordo, sa benissimo dov’è, ma si è stufata di andarlo a riprendere ed è decisa ad aspettare che sia lui a tornare da solo…
      Stefano Pastor, 2011
      ISBN978-88-6660-017-3




      Minon è sola nella battaglia. Gli spettri sono ovunque. Li scruta indurre l’uomo al peccato, ingordi del sapore del male. Inconsapevole dell’origine del dono di poterli vedere, dà loro la caccia fin da bambina. È in grado di strapparli dal corpo delle vittime…

      Alexia Bianchini e Fiorella Rigoni, 2011
      ISBN 978-88-6660-017-3


      Prima ho usato le buone, poi le minacce. E alla fine li ho costretti a scrivere. Ho detto loro che scrivere li avrebbe aiutati a vincere le proprie paure, e a ricostruirsi una personalità forte, invincibile…
       
      Autori Vari, 2011
      Curatore: Alessandro Greco
      Prefazione: Andrea Villani
      ISBN978-88-6660-019-0

        0 682

        >

        Cover_Ombra_Luce

        E’ imminente l’uscita del libro fotografico di Francesca Panzacchi intitolato “D’ombra e di luce”.

        Il libro tiene a battesimo la Collana LIGHT, diretta e coordinata dalla stessa Francesca.

        Di prestigio sono le due note critiche di Sambuelli e Martignani, due arcinoti fotografi di fama internazionale. Lasciamo dire a loro di cosa tratta quest’opera di grande livello artistico.

        *** 

        L’approccio alla “lettura” dell’opera di Francesca Panzacchi D’ombra e di luce non deve essere di natura tecnica e non deve ricercare una trama o un fil-rouge narrativo, ma deve essere unicamente emozionale. I suoi scatti ci fanno scoprire, o meglio ci aiutano ad individuare, quelle sensazioni di pace, di armonia o di allegria che sicuramente ha provato l’autrice durante la loro realizzazione. Conoscendo Francesca e la sua sensibilità, mi sento quasi di affermare che in quest’opera sia contenuta una nota importante della sua autobiografia, seppure celata nelle immagini e rivelata solo agli occhi del “lettore” più attento. Alcune immagini hanno infatti un grande impatto visivo, ma mi piace, anzi preferisco considerare l’idea, che esse esprimano proporzionalmente una sua grande emozione, un suo positivo stato d’animo che vuole condividere con noi. I bellissimi scorci panoramici, i lampi di colore e la dolcezza di alcune immagini sono “momenti” intimi di Francesca, del suo carattere, della sua persona. Ed in questa chiave di lettura questa raccolta assume un valore che va al di là della semplice visione di fotografie.

        G. B. Carlo Sambuelli

        ***

        Se la fotografia fosse solo uno strumento per imprigionare il tempo, un disegno di luce, un modo per fissare i ricordi o una tecnica per riprodurre la realtà, che disinibita si mostra a noi priva di segreti, allora, come sostiene la copiosa pubblicità che supporta il mercato delle fotocamere digitali, sarebbe sufficiente impugnare una qualsiasi “scatola magica”, puntarla e scattare, per ottenerne in cambio un’immagine fotografica degna di questo nome. Invece la fotografia è soprattutto un indispensabile foro segreto attraverso il quale spiare il mondo e poterlo raccontare. Questo è “D’ombra e di luce”, una sbirciata all’interno di una realtà per nulla disinibita e difficilmente disposta a mostrarsi a chiunque pretenda di saperla osservare. Un percorso visivo scandito dal battere di ciglia dell’autrice per ogni immagine che ha saputo risvegliare in lei l’istinto narrativo. Un approccio spontaneo al nuovo, al dolcemente consueto, al diverso e all’ineluttabile. Francesca vuole raccontarci ciò che riesce a scorgere, con le braccia tese al muro e con l’occhio spinto nel foro, oltre quel divisorio che mantiene separate l’ombra e la luce. Un giardino privato a cui pochi sanno attingere.

        Luca Martignani

          0 599

          >

          Venerdì 16 dicembre 2011 alle ore 20,30

          presso il Comune di Tombolo, Via Vittorio Veneto 16

          Cover_Gocce_su_Dino_Baggio

          L’Amministrazione del Comune di Tombolo organizza la presentazione “istituzionale” del libro biografico GOCCE SU DINO BAGGIO di Dino Baggio e Marco Aluigi, CIESSE Edizioni.

          L’incontro con il Campione e il coautore Marco Aluigi verrà coordinato dal Sindaco Dr. Franco Zorzo e sarà presente anche l’Editore Carlo Santi.

          E’ confermata la presenza di un noto cronista televisivo, colui che ha effettuato buona parte delle telecronache dei Mondiali e amico personale di molti calciatori, fra cui il nostro Dino Baggio: il mitico BRUNO PIZZUL.

          L’ingresso è libero, Dino Baggio e Marco Aluigi saranno lieti di rispondere alle domande degli intervenuti e il Campione sarà disponibile a dedicare e autografare una copia del libro nonché a essere fotografato insieme ai suoi innumerevoli tifosi e fan.

            0 800

            >

            Cover_CAM

            E’ imminente l’uscita della quarta pubblicazione di Stefano Pastor per CIESSE Edizioni. Il libro in questione è “C A M”, un altro ottimo thriller del talentuoso Pastor.

            TRAMA

            Asil ha dodici anni, è scappato di casa e vive in una fatiscente baracca, derubando la gente in modi fantasiosi. In realtà la sua non è una gran fuga: la madre, con cui non va d’accordo, sa benissimo dov’è, ma si è stufata di andarlo a riprendere ed è decisa ad aspettare che sia lui a tornare da solo. Asil è fiero della sua indipendenza e sopporta ogni disagio, finché un giorno scopre che nella sua baracca è stata messa una telecamera che lo inquadra giorno e notte. Rabbioso, insulta lo sconosciuto che lo spia e che lui considera un pervertito, ma ben presto diventa schiavo della telecamera, mettendosi a fare lunghi monologhi con quell’interlocutore silenzioso. Questo strano gioco porta a imprevedibili conseguenze: mentre la sua carriera di ladro sta andando a rotoli, un ignoto assassino inizia a mietere vittime tra chi gli è più vicino. Chi c’è all’altro lato della telecamera, un folle maniaco o la sua unica speranza di salvezza?

            SCHEDA

            Titolo: CAM; Autore: Stefano Pastor; Editore: CIESSE Edizioni; Genere: Thriller; Collana: BLACK & YELLOW; Anno: 2011; Pagine: 304; ISBN Libro: 9788866600176; ISBN eBook: 9788866600183; Libro Euro 18,00; e-Book Euro 6,00

            STEFANO PASTOR

            Nato a Ventimiglia nel 1958. Dopo vent’anni passati nel commercio di musica e film, da tre d’anni ha deciso di dedicarsi alla scrittura. Per Ciesse Edizioni ha già pubblicato tre volumi: Creature (2010), una raccolta di quattro novelle horror, il romanzo La Correzione (2010) e il thriller Morte (2011). Sempre per Ciesse ha curato l’antologia Favole della Mezzanotte (2011). Altri romanzi pubblicati: Ritorno a Ventimiglia (2010) per l’Editrice Zona, L’Intervista (2010) per Montag, La Prigione (2011) e Uno (2011) per Zerounoundici Editrice. Le sue storie sono dei generi più disparati, ma ha una predilezione per il fantastico puro.

            Link al titolo

              0 625

              >

              LocandinaPolettiSanti

              Martedì 29 novembre 2011 ore 18:00 -20:00

              HAPPY HOUR DiscoPub – Ristorante – Pizzeria

              via Casaregis, 64 R – 16144 GENOVA

              – – – 

              lo scrittore Marco Doria coordina l’incontro con gli autori:

              Laura Poletti

              presenterà il suo romanzo giallo LA CASA DEI FANTASMI
              La casa dei fantasmi” è un romanzo giallo, la storia si colloca nel periodo attuale e fa riferimento a un pubblico adulto. Il titolo si ispira a una commedia del commediografo latino Plauto (“Mostellaria”, la commedia degli spettri), in cui il vecchio padrone è giocato dal suo servo, che gli fa credere che la sua casa sia infestata dai fantasmi, come accade a un personaggio del racconto.

              Carlo Santi

              presenterà il Thriller storico IL QUINTO VANGELO
              Il quinto Vangelo” è il secondo romanzo di Carlo Santi e il primo della saga dedicata al “Risolutore”. L’opera è del genere Thriller storico e narra di un’unità speciale e riservata del Vaticano: il “Sanctum Consilium Solùtionum” o brevemente chiamato SCS, a capo del quale vi è colui che viene chiamato il “Risolutore” e ha l’incarico di proteggere e custodire i più reconditi segreti della Santa Sede.

              Gli autori saranno lieti di rispondere alle domande degli intervenuti e ad autografare le copie dei loro libri. Al termine dell’evento verrà offerto un rinfresco con aperitivo.

              L’ingresso è libero!

              Articoli casuali

              0 920
              Delitti al castello è il tuo nuovo romanzo, un thriller. Come giustifichi questa scelta? Io credo che sia necessario evolversi e sperimentare continuamente, seguendo sempre...