Home Recensioni Recensione al romanzo sci-fi IL MURO DI LUCE di E. Grisostolo

Recensione al romanzo sci-fi IL MURO DI LUCE di E. Grisostolo

    0 1716

    Cover_Il_muro_di_luceIl muro di luce (Ciesse edizioni), ultima fatica dello scrittore maniaghese, Emiliano Grisostolo, lo si potrebbe forse etichettare, in maniera piuttosto semplicistica, come un romanzo di mera fantascienza; e però non siamo di fronte a un costrutto narrativo basato sulla sola fantasia, Grisostolo mescola infatti tanti elementi junghiani che disegnano un quadro sociale di incertezze, quello attuale; la stabilità di coppia, l’incertezza lavorativa, il precariato, la paura di essere soli nell’universo. Ecco dunque che l’alieno che Grisostolo mette nero su bianco è (forse) più umano di quella umanità, che, dalla notte dei tempi, scruta il cielo nella speranza di scorgere un seppur minimo segno di un Dio, d’un Demiurgo, di una civiltà superiore ma simile alla nostra.

    L’abusato cliché dei viaggi spaziotemporali, serve allo scrittore per introdurre il lettore nella realtà sociale degli anni della Guerra Fredda; nel tentativo di mascherare la tensione fra URSS e USA, molti scrittori adottarono i marziani (e gli alieni, provenienti da un po’ tutti i pianeti del sistema solare e non), che nei loro romanzi (perlopiù da edicola) finivano con l’essere i nemici dell’umanità. Impossibile non ricordare “L’invasione degli ultracorpi” di Jack Finney, la “Guerra dei mondi” di Herbert George Welles, “I figli dell’invasione” di John Wyndham;  ma meglio di tutti, le contraddizioni della società americana, le evidenziò Philip K. Dick in alcuni romanzi, che non è possibile definire a pieno titolo di fantascienza: “L’uomo dai denti tutti uguali”, “Il paradiso maoista”, “Voci dalla strada”, “Mary e il gigante”.

    Emiliano Grisostolo

    Emiliano Grisostolo

    Il muro di luce di Emiliano Grisostolo è molto più vicino alla letteratura mainstream dickiana che non alla fantascienza;  ed è questo un pregio della storia narrata e non, come qualcuno potrebbe pensare, un punto a sfavore del romanzo. Grisostolo compara la società degli anni Sessanta con quella odierna, arrivando alla conclusione che nulla è veramente cambiato, vale a dire che la società è rimasta ferma, non si è socialmente evoluta, né l’etica è cambiata d’una virgola: sempre le forze governative usano la violenza e la tortura contro chi vorrebbe dare inizio a un mondo ideale, se non perfetto comunque prossimo a sfiorare una democrazia reale, per una parità di diritti e di possibilità uguali per tutti.

    L’alieno, molto umanizzato disegnato da Grisostolo, non è però malvagio, tutt’altro: è esso un portatore di pace, che vorrebbe salvare la Terra da una immane catastrofe, grazie anche a un manipolo di coraggiosi riunitisi intorno alla Resistenza. Un vecchio professore, che negli anni ’40 mise a punto una straordinario congegno per viaggiare nel tempo, raggiunta la veneranda età di 90 e passa anni, si trova suo malgrado costretto, ancora una volta, a dover fare i conti con chi vorrebbe utilizzare le sue scoperte per scopi bellici. Il professore può contare sull’aiuto incondizionato dell’alieno Kio – un essere che somiglia molto a un bambino e che per certi versi ricalca le delicate fattezze dell’ET creato da Carlo Rambaldi –, ma anche sulle sue visioni, delle vere e proprie esperienze sinestesiche che lo istruiscono. Non sarà facile per nessuno dei personaggi coinvolti capire e fronteggiare la minaccia che alligna su di loro, ma, alla fine, alieni e umani avranno maturato una coscienza di sé che mai avrebbero sospettato.

    Il muro di luce di Emiliano Grisostolo, nonostante qualche perdonabile ingenuità dal vago sapore new age, è una più che piacevole lettura che fa viaggiare il lettore con l’immaginazione inducendolo a riflettere sul destino di questa nostra umanità, in questo così tanto incerto momento storico dove l’unica certezza è che qualcuno ci spia, e non dal cielo!

    Il muro di luce – Emiliano Grisostolo – CIESSE Edizioni – Genere: Sci-Fi/Fantastico – Pagine: 192 – Collana: SILVER – 1ma edizione: febbraio 2014 – ISBN Libro: 978-88-6660-114-2 – ISBN eBook: 978-88-6660-115-9 – Libro euro 15,00 – eBook euro 5,00

    Link articolo originale

    NO COMMENTS