Home Recensioni Le recensioni di Scrittevolmente: IL QUINTO VANGELO di Carlo Santi

Le recensioni di Scrittevolmente: IL QUINTO VANGELO di Carlo Santi

    0 539

    Cover_Il_quinto_Vangelo-FrontTitolo: Il quinto Vangelo
    Autore: Carlo Santi
    Editore: CIESSE Edizioni
    ISBN libro: 978-88-905090-0-1
    ISBN ebook: 978-88-905090-1-8
    Numero pagine: 464
    Prezzo: Libro 21 €, ebook 6 €
    Voto: 

    Trama: L’argomento e l’ambientazione prescelta si sviluppano attorno al controverso Vangelo di Maria Maddalena, andato perduto nei primi secoli d.C., ma che nel romanzo, invece, è sempre esistito e custodito segretamente presso la Biblioteca Vaticana. Esso racchiude gli insegnamenti e l’incarico che Gesù impartì alla Maddalena, anteponendo lei agli altri Apostoli nel fondare la sua Chiesa. Il Vangelo racconta il «segreto» dell’anima che percorre sette stadi (i vizi capitali), conoscendoli e superandoli arrivando al Nous, l’intelligenza divina che domina e crea la materia potendo, così, incontrare Dio e parificarsi a Esso. Un’organizzazione segreta denominata «Il Crepuscolo», seguace della Maddalena, riesce a impadronirsi del manoscritto rubandolo al Vaticano uccidendo, tra l’altro, tre custodi dell’archivio; omicidi che saranno solo i primi di una lunga interminabile lista. Il Crepuscolo ha l’intenzione di fondare una nuova religione basata sul ruolo principale della donna, quale espressione di creazione e natività. Gli omicidi divengono di dominio pubblico mentre il Vaticano mantiene segreta la notizia del furto, considerandolo una questione interna alla Santa Sede. Infatti, la verità di quel Vangelo porterebbe inevitabilmente al «crollo» della Chiesa, così come la si è sempre conosciuta; per questo il Papa incarica Tommaso Santini, figura misteriosa a capo di un Organismo riservato del Vaticano, al recupero del manoscritto affinché torni a rimanere segreto. Il Risolutore inseguirà le tracce dell’organizzazione passando dall’Egitto fino in Israele, poi da Montecarlo fino in Germania per scontrarsi violentemente e senza esclusione di colpi, con un nemico millenario della Santa Sede.

    STRecensionePrendete un omicidio avvenuto dentro la Città Vaticana, un libro rubato, un prete carismatico, fascinoso, irresistibile e abilissimo combattente, una magistrata temeraria e decisamente forte, mescolate tutto per bene, aggiungendo un pizzico di storia, i Comandamenti e un sacco di colpi di scena e di combattimenti e avrete questo stupendo libro.

    Santi si muove tra le parole con una destrezza incredibile, non facendo pesare per niente i vari termini tecnici, infilando battutine divertenti e sarcastiche nei momenti perfetti per alleviare la tensione delle avventure.

    I personaggi sono davvero realistici, pieni di vitalità e pieni di sogni e di affetti. Naturalmente, sono quasi tutti preti o suore, sollevati dal loro ministero dal Papa in persona, così da aiutare la Chiesa come suo braccio “armato e pronto al combattimento”.

    Santini è una delle figure di spicco del libro, o meglio è IL personaggio importante del libro, quello che seguiamo nelle sue azioni e, a volte, nei suoi pensieri.

    Tra le pagine troviamo anche l’amore, anche se in modo particolare e decisamente travagliato, ma comunque un amore puro e incredibile, ma non vi dico di certo tra quale personaggio!

    Leggendo questo libro davvero incredibile, non ho potuto fare a meno di paragonarlo ad altri due che ho letto con la stessa foga con cui ho letto questo.

    “Il Codice Da Vinci” e “Le Sette Prove” rispettivamente di Dan Brown e Matthew Reilly.

    Mi ricorda Brown per il tema trattato, ossia un segreto della Chiesa Cristiana, come nel libro sopra citato, mentre mi ricorda Reilly per le mille avventure che fa vivere ai suoi personaggi.

    A volte, quello che descrive può sembrare incredibilmente assurdo, ma se si va avanti con la lettura, ogni cosa viene chiarita, facendoci seguire i vari passaggi mentali che hanno portato a quella determinata conclusione e questo mi fa ricordare entrambi gli autori, che fanno sembrare anche le cose più assurde, di un semplice incredibile.

    Ho fatto il tifo per Santini fin da subito, trovandolo un personaggio davvero molto carismatico, con la stoffa del leader, ma anche molto divertente ed intelligente, posato e che non salta a conclusioni fin troppo affrettate. Decisamente un personaggio davvero ben studiato e, secondo me, ha fatto una fatica incredibile a dargli vita, a farlo diventare “reale” per noi lettori. Perché per me Santini potrebbe benissimo esistere, anche se non credo che la carica di cui è insignito sia una cosa molto reale. Mi stupirebbe se la Chiesa attuale avesse una figura del genere, sì sì.

    Lo consiglio a chi ha voglia di avventura e combattimenti, di suspance ma anche di riflessioni; a chi ha voglia di vivere un viaggio incredibile alla scoperta del più importante manoscritto che la Chiesa potesse avere nella sua Biblioteca Vaticana.

    Leggetelo e verrete rapiti tra le spire di un’avventura incredibile, romantica, d’azione e adrenalinica che mai riuscirete a vivere nella realtà!

     

    Link all’articolo originale

     

    NO COMMENTS