Home Recensioni Gradito il commento di Marco Dotti al libro DISEQUITALIA

Gradito il commento di Marco Dotti al libro DISEQUITALIA

    0 655

    Alessandro Greco ha curato un libro meritorio e meritevole, “Disequitalia“.

    La premessa è di Paolo Barnard, che scrive di fatto un microsaggio, oltre a un illuminante racconto di 40 pagine…

    Mentre l’italietta si perde dietro alle scalmane delle olgettine minettine e letterine ormai bruciate e al circo delle nullità calcistiche e politiche, mentre Monti non garantisce le pensioni e Fornero delira, esce piuttosto in sordina, questa antologia a tinte forti, per la quale mi auguro che qualche critico letterario serio (se ancora esiste) voglia soffermarsi per come merita.

    Questo spettacoloso j’accuse è rivolto al Nemico Supremo e all’italiano medio e mediocre che accende la tele e spegne il cervello. Siamo tutti morti e non ce ne accorgiamo, ci dicono gli autori ognuno col proprio stile.

    COMPRATELO!

    Prezioso e illuminante il contributo di Barnard.
    Marco Dotti
    Docente universitario, saggista e scrittore

    Marco Dotti

    Marco Dotti è nato a Chiari, in provincia di Brescia, nell’aprile del1972.
    Fa parte del gruppo di direzione del mensile Communitas e della redazione di Vita.
    E’ docente di Professioni dell’editoria presso l’università di Pavia.
    Ha pubblicato “Luce nera. Strindberg, Paulhan, Artaud e l’esperienza della materia” (Medusa, Milano, 2007) e curato traduzioni da Artaud, Genet, Cocteau, Léon Paul Fargue, Jean Cayrol, Catherine Pozzi, Tudor Arghezi e T. H. Lawrence. Scrive o ha scritto per Il Manifesto, Alias, Observatorul Cultural, L’Indice.

    NO COMMENTS