Home Eventi e presentazioni Presentazione di “Unabomber”, il romanzo psicologico di Grisostolo.

Presentazione di “Unabomber”, il romanzo psicologico di Grisostolo.

    0 572

    L’Associazione RinnovaMente giunge all’ultimo appuntamento di questo 2012. Dopo aver ospitato lo scrittore Santarossa e il dott. Luxardi, la mostra della pittrice Candriella, il Campione Dino Baggio, è venuto il momento di incontrare Venerdì 21 dicembre alle 20.30 presso il Palazzo d’Attimis a Maniago (PN), l’autore maniaghese Emiliano Grisostolo che presenterà il suo nuovo romanzo, Unabomber.

    Alla serata interverranno due illustri ospiti legati alle indagini, il Dott. Pietro Montrone Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trieste e l’Avv. Paolo Dell’Agnolo difensore di un indagato nel caso giudiziario “Unabomber”. Sarà presente Carlo Santi, Direttore editoriale CIESSE edizioni.

    L’Autore maniaghese ha all’attivo otto romanzi, ma Grisostolo è in continua evoluzione, le sue storie infatti spaziano attraverso diversi generi letterari. L’ultima sua fatica vede l’autore alle prese con un argomento molto impegnativo, il suo romanzo più psicologico. (…) Unabomber è un libro tremendamente vivo, pulsante, che parla di qualcuno, qualcosa, che ormai fa parte di noi (…) Il commento di un Blog Letterario.

    Emiliano Grisostolo

    Ma sono le parole del Critico Letterario Giuseppe Iannozzi che spiegano al meglio il valore del romanzo di Grisostolo (…) L’autore ricostruisce al meglio le esecrande gesta di questo folle, il nuovo lavoro di Emiliano Grisostolo è una lettura agile, senza fronzoli né macchinose e non credibili congetture: Unabomber  è un romanzo che ricostruisce i tragici accadimenti che hanno percorso in lungo e in largo la regione friulana e quella del Veneto orientale. E se c’è della finzione, come in ogni romanzo che si rispetti, questa è molto molto vicino alla realtà. (…)

    La storia narra di fatti realmente accaduti in Friuli, che hanno attraversato questa terra e il vicino Veneto orientale in tutte le direzioni, sconvolgendo la pace e la tranquillità di molte persone che per anni non si sono più sentite al sicuro neppure in casa propria. Un romanzo che porta al lettore quei fatti che oggi molti non ricordano o non conoscono affatto, perché lontani dalle terre del Friuli all’epoca dei fatti, o perché troppo giovani, e che devono far riflettere. Un romanzo psicologico dove la figura principale è colui che ha sconvolto con i suoi attentati le vie dei centri, le spiagge, entrando fin dentro le case delle proprie vittime scelte dal Fato.

    La storia romanzata gira attorno alla figura, ancora oggi immersa nell’ombra e senza volto, di Unabomber, di un uomo che lavora nel proprio bunker alla progettazione delle sue creature esplosive. Donne e bambini all’oscuro di tutto saranno il suo obiettivo. Non vi sarà una vittima prescelta. Nessuno sarà al sicuro, né in centro, né in casa.  L’uomo lavora e agisce, osserva, elabora, progetta nuovamente, e colpisce ancora. Perpetuando quello che sarà per sempre ricordato come il crimine più subdolo, vigliacco e meschino. L’uomo è uno Spettro tra la gente, che osserva, e con loro cammina nelle vie dei paesi, nelle spiagge, nei negozi. Una figura che non avrà mai un volto, un nome, un’identità. Che ha portato dolore dal Friuli al Veneto orientale, colpendo decine di volte, in apparenza senza logica, senza tradire le proprie intenzioni, mutando il proprio modus operandi, senza rivendicare mai i propri attentati dal lontano 1978, ma forse già dal 1973. Una figura avvolta ancora oggi dal mistero. Una storia basata su fatti realmente accaduti che deve far riflettere tutti coloro che ancora non la conoscono.

    Ufficio Stampa

    Associazione Rinnovamente

    SIMILAR ARTICLES

    0 151

    NO COMMENTS