Home Articoli e Novità Un aiuto alla Biblioteca Italiana per i Ciechi

Un aiuto alla Biblioteca Italiana per i Ciechi

    0 558

    logBiblioCiechi

    Un piccolo contributo può aiutare tanti bambini e ragazzi a studiare, leggere ed emanciparsi.

    Come contribuire

    Tramite versamento sul seguente conto corrente bancario:
    Credito Bergamasco
    IBAN: IT10 N 03336 20400 000000009200
    oppure
    conto corrente postale: 853200
    indicando nella causale:
    “Progetto: UN LIBRO FRUIBILE PER UN MINORATO DELLA VISTA”

    5 per mille alla Biblioteca

    Riferimento normativo: Legge nº 296 del 27 dicembre 2006 (Finanziaria 2007),

    Anche per l’anno 2013, il contribuente potrà scegliere se destinare una quota pari al 5 per mille dell’imposta stessa ad Enti di volontariato / ONLUS / altri soggetti assimilati.

    Occorrerà compilare l’apposito riquadro del modello Unico 2012 (redditi 2011), o la scheda allegata al modello 730/1-bis 2012 o la scheda presente nel modello CUD 2012 (redditi 2011), firmando ed inserendo nell’apposito spazio, in caso di scelta della Biblioteca Italiana per i Ciechi “Regina Margherita” Onlus, il seguente codice fiscale numero: 85005190153.

    Anche in assenza di dichiarazione si può comunque destinare il 5 per mille, consegnando il CUD compilato agli uffici postali od alle banche convenzionate.

    Lettera aperta del Presidente

    La crisi economica e la recessione hanno ripercussioni planetarie. Ogni Stato la sta affrontando con misure straordinarie che però, nell’immediato moltiplicano la difficoltà di quanti hanno bisogno di attenzione e solidarietà.

    Anche nel nostro Paese l’attenzione generale è rivolta al superamento della crisi attraverso il sostegno alle attività produttive e al rafforzamento degli ammortizzatori sociali (cassa integrazione e aiuti alle Famiglie più bisognose). Per reperire i mezzi finanziari necessari è stata scelta la via del “rigore” che ha portato a tagliare tutti i finanziamenti ritenuti in questo momento “non indispensabili”.

    Anche il contributo statale che ogni anno la Biblioteca riceve è stato tagliato e lo sarà ancora di più nei prossimi due anni.

    Questo comporta per la Biblioteca la necessità di ridurre tutti i servizi erogati, dalla produzione dei libri destinati al “prestito” e quindi alla lettura amena, ai testi personalizzati, agli spartiti ed ai testi musicologici e, purtroppo anche ai servizi destinati al sostegno dell’integrazione scolastica (centri di consulenza tiflodidattica, libri scolastici e digitali).

    Non è pessimistico ritenere che già dal prossimo anno la Biblioteca dovrà limitare la sua azione alla produzione di qualche decina di libri di narrativa ed interrompere tutte le altre attività.

    Certamente non sono il tipo da accettare passivamente questa situazione e posso confermarTi che sto attivandomi in tutti i modi possibili perché la Biblioteca abbia le risorse economiche necessarie a proseguire nella sua attività.

    Sono consapevole che, per superare questo momento di grave difficoltà, io debba richiedere l’aiuto di tutti e quindi contare anche sul Tuo aiuto e sulla Tua solidarietà.

    Per questo, approssimandosi le scadenze fiscali per la presentazione del modello 730 e dell’Unico, Ti chiedo di destinare in favore della Biblioteca il 5‰ delle Imposte. È un gesto semplice – basta indicare nell’apposito spazio il codice fiscale della Biblioteca 85005190153 e firmare la scelta – che non ti costa nulla e che può rappresentare per la Biblioteca un’importante risorsa per finanziare le sue attività.

    Certo della Tua comprensione e del Tuo aiuto, colgo l’occasione per salutarTi cordialmente.

    IL PRESIDENTE
    (Prof. Pietro Piscitelli)

    Condividere questo articolo non costa nulla.

    SIMILAR ARTICLES

    NO COMMENTS