Home Articoli e Novità Unabomber. Il romanzo più impegnato di Grisostolo

Unabomber. Il romanzo più impegnato di Grisostolo

    0 671
    COMUNICATO STAMPA
    Unabomber: il romanzo più impegnato di Grisostolo.

    È programmata per maggio, in occasione della Fiera del Libro di Torino, la pubblicazione della nuova opera letteraria dello scrittore maniaghese Emiliano Grisostolo. Un nuovo romanzo che questa volta vede l’autore, ormai giunto alla sua ottava pubblicazione, alle prese con un argomento molto impegnativo, e a detta di Grisostolo, il suo romanzo più impegnato e psicologico.

    La storia narra di fatti realmente accaduti in Friuli, che hanno attraversato questa terra e il vicino Veneto orientale in tutte le direzioni, sconvolgendo la pace e la tranquillità di molte persone che per anni non si sono più sentite al sicuro neppure in casa propria. Un romanzo che porta al lettore quei fatti che oggi molti non ricordano o non conoscono affatto, perché lontani dalle terre del Friuli all’epoca dei fatti, o perché troppo piccoli, e che devono far riflettere. Un romanzo psicologico dove la figura principale è colui che ha sconvolto con i suoi attentati le vie dei centri, le spiagge, entrando fin dentro le case delle proprie vittime scelte dal Fato.

    La storia romanzata gira attorno alla figura, ancora oggi immersa nell’ombra e senza volto, di Unabomber, di un uomo che lavora nel proprio bunker alla progettazione delle sue creature esplosive. Donne e bambini all’oscuro di tutto saranno il suo obiettivo. Non vi sarà una vittima prescelta. Nessuno sarà al sicuro, né in centro, né in casa.  L’uomo lavora e agisce, osserva, elabora, progetta nuovamente, e colpisce ancora. Perpetuando quello che sarà per sempre ricordato come il crimine più subdolo, vigliacco e meschino. L’uomo è uno Spettro tra la gente, che osserva, e con loro cammina nelle vie dei paesi, nelle spiagge, nei negozi. Una figura che non avrà mai un volto, un nome, un’identità. Che ha portato dolore dal Friuli al Veneto orientale, colpendo decine di volte, in apparenza senza logica, senza tradire le proprie intenzioni, mutando il proprio modus operandi, senza rivendicare mai i propri attentati dal lontano 1978, ma forse già dal 1973. Una figura avvolta ancora oggi dal mistero. Una storia basata su fatti realmente accaduti che deve far riflettere tutti coloro che ancora non la conoscono.

    Ufficio Stampa

    Emiliano Grisostolo

    SIMILAR ARTICLES

    0 4829

    NO COMMENTS