Home Articoli e Novità Forse non tutti gli aspiranti scrittori sanno che … Accento

Forse non tutti gli aspiranti scrittori sanno che … Accento

    0 643

    Tra i frequenti refusi trovo spesso e malvolentieri il affermazione NON accentato ed È con l’apostrofo.

    Ma vediamo insieme dove mettere l’accento.

    Accento grave:

    Le vocali i, o, u vogliono sempre l’accento grave (però, giù, partì). La vocale e vuole l’accento grave in alcuni casi: è (voce del verbo essere), nomi di origine straniera (tè, caffè, narghilè, ecc), nomi propri (Noè, Mosè, ecc), cioè, ahimè e piè (piè di pagina).

    Accento acuto:

    Voci verbali tronche (poté, ripeté), i monosillabi sé (preferibile NON usare nella forma ‘se stesso’), i composti di che e di tre (perché, giacché, benché, viceré, ventitré), né (congiunzione).

    Dove sì, dove no:

    dà (voce del verbo dare) –  da (preposizione)

    dì (giorno) – di (preposizione)

    sì (avverbio affermativo) – si (pronome)

    là (avverbio) – la (art. e pronome)

    lì (avverbio) – li (art. e pronome)

    né (congiunzione) – ne (pronome)

    sé (pronome) – se (congiunzione)

    …  –  do (verbo)

    Come sempre vi consiglio di fare un controllo sul vostro testo, basta usare il Trova/Sostituisci e sistemare i refusi.

    Spero di esservi stata di aiuto.

    Alexia Bianchini

    NO COMMENTS