Home Editoriale Sospensione dell’antologia “Racconti sullo schermo grande”

Sospensione dell’antologia “Racconti sullo schermo grande”

    0 629

    COMUNICATO IMPORTANTE

    A seguito dei recenti sviluppi in merito all’antologia curata da Lorenzo Pompeo, in nome e per conto di CIESSE Edizioni, che hanno fatto emergere fatti incresciosi ed inqualificabili da parte del sedicente Curatore, comunico la decisione di sospendere, al momento, la pubblicazione dell’antologia RACCONTI SULLO SCHERMO GRANDE.

    Pubblico la mail inviata oggi 22.12.2011 alle ore 01,36 a Lorenzo Pompeo tramite posta elettronica certificata, quindi a valenza legale, affinché sia resa pubblica e trasparente la posizione della casa editrice e dell’editore.

    Lorenzo Pompeo,

    con la presente sei DIFFIDATO formalmente a usare l’opera antologica denominata RACCONTI SULLO SCHERMO GRANDE nonché auto-produrre o pubblicare con altri editori, anche sotto altri nomi e titoli, i racconti ovvero parte di essi inseriti nei ventotto (28) da te indicati in quanto tale antologia è sotto la responsabilità dell’editore di CIESSE Edizioni che, tra l’altro, ha anche stabilito il relativo bando.

    Risulta in ogni documento che tu sei stato nominato Curatore dell’opera da parte dell’editore e a questo ne rispondi gerarchicamente, in virtù di un rapporto di dipendenza dallo stesso.

    A riprova di quanto sopra ti riporto testualmente la frase, inserita nella parte finale della tua mail del 18.12.2011 ore 02.07 con la quale mi hai consegnato ufficialmente e formalmente l’opera, così come da te predisposta che ricade, da quel momento, sotto la mia responsabilità editoriale: “Resto in attesa di tue istruzioni per le questioni contrattuali e per tutto il resto”.

    È palese il riconoscimento gerarchico della dipendenza, oltre che dai documenti probatori, anche dalle tue dichiarazioni.

    Infine, mi riservo di citarti per danni pari a euro 100.000,00 (centomila/00) in quanto ti sei approfittato del buon nome della casa editrice per raccogliere opere, in nome e per conto di CIESSE Edizioni, tra l’altro utilizzando l’indirizzo mail congiuntamente creata per l’occorrenza, cioè cinema.ciesse@gmail.com (palesemente indicatrice del marchio editoriale CIESSE, tra l’altro depositato legalmente alla Camera di Commercio di Padova).

    Inoltre, senza che io ti abbia preventivamente autorizzato e senza ricevere le corrette informazioni da parte tua, sono venuto a conoscenza solo ora che hai preteso dagli autori una formale rinuncia, assolutamente illegittima e contro la norma sul diritto d’autore, del loro giusto compenso previsto dalla legge.

    Non solo, ma hai tentato di lucrare per te stesso richiedendo un compenso del 5% (cinque per cento) imponendo, agli stessi autori, di devolverli a tuo favore per mezzo di una norma contrattuale che mi sono rifiutato di predisporre su queste basi.

    Di fatto, i tuoi comportamenti, oltre che produrre un illecito inqualificabile, ti squalificano nei confronti della CIESSE Edizioni e di coloro che hanno riposto fiducia nella tua persona, che si sta rivelando tutt’altro rispetto al momento in cui ti diedi l’incarico.

    Quanto sopra, oltre che civilmente, potrà essere perseguito anche penalmente, cosa che non indugerò a fare se non dichiari formalmente il tuo torto e ti ritiri di buon ordine senza nulla pretendere.

    Per questi motivi sei ufficialmente estromesso dalla tua carica di Curatore dell’antologia di cui trattasi, con riserva di agire nelle sedi più opportune per il maggior danno conseguente, previo accertamento delle tue responsabilità personali.

    Consiglio gli autori, che sono di tuo riferimento e che il sottoscritto non conosce in quanto ti sei ben organizzato affinché non li conoscessi fino a cose fatte, a NON seguirti nelle responsabilità che oggi sono solo tue, ma che potrebbero ricadere anche su altri in futuro.

    La presente ti viene inviata per posta elettronica certificata, quindi a valore legale.

    Distinti saluti.-

    Carlo Santi

    Direttore Editoriale

    NO COMMENTS