Home Archivio eBook in Italia, primo bilancio

eBook in Italia, primo bilancio

    0 1969

     

    Sono trascorsi dodici mesi da che i principali gruppi editoriali hanno lanciato in Italia la digitalizzazione di migliaia di libri, proposti sul mercato a un prezzo inferiore rispetto a quelli cartacei.

    A un anno di distanza ecco che l’A.I.E. -Associazione italiana editori – propone un primo resoconto, attraverso l’indagine ‘Dentro l’eBook’. L’analisi rivela come la lista dei titoli acquistabili sia in costante crescita, da 7mila a 20mila pubblicazioni digitali. Per un valore del mercato dei libri digitali stimato, per il 31 dicembre 2011, sugli oltre 3 milioni di euro, contro il milione e mezzo di un anno fa. Crescono anche i lettori digitali, che rappresentano oggi il 3% di tutti i lettori italiani, e prediligono nelle loro scelte i generi di narrativa, gialli, e fantascienza. In media, chi acquista eBook legge mediamente tra i 12 e 30 libri all’anno, consultando preliminarmente recensioni on line, cercando consigli sui social network, su Anobii, sui blog letterari e visionando i Booktrailer.

    Cambiano dunque anche gli strumenti di informazione intorno al libro. Il passo in avanti è significativo, ma ancora siamo lontani da un vero e proprio decollo di questo nuovo mezzo di comunicazione, soprattutto se si fa un confronto con la situazione negli altri Paesi europei e negli Stati Uniti. Il dato degno di maggior attenzione per l’Italia riguarda soprattutto la piccola editoria: infatti, sono i piccoli editori a sperimentare maggiormente in questo ambito, sfidando i giganti Apple e Amazon, che stanno iniziando a sottoscrivere accordi coi grandi gruppi italiani.

    Notizia A.I.E.

    SIMILAR ARTICLES

    NO COMMENTS