Home Archivio >Le recensioni di Bruno: “Il normanno”

>Le recensioni di Bruno: “Il normanno”

    0 505

    >

    Cover Il NormannoLe recensioni di Bruno

    Il normanno”

    di Francesca Panzacchi

    Con questo romanzo Francesca riconferma la sua vocazione per una narrazione fluida e avvincente.

    Soprattutto quando si tratta di esprimere sensibilità e sensualità femminile. O quando decide di descrivere le dinamiche dell’innamoramento e dell’attrazione fatale. Magari accennando al rapporto di potere, sempre insito in una relazione, al desiderio di dominio e di protezione, all’ambivalenza dei sentimenti.

    Un’altra sindrome di Stoccolma, quella affrescata ne “Il normanno” da quest’artista della penna (e ora anche della fotografia!), con uno sviluppo e un epilogo diversi da quelli dell’opera di esordio in Ciesse Edizioni, la mozzafiato “Casa di Sveva”.

    Devo dire che ho seguito con attenzione la vicenda, temendo che Francesca mandasse in frantumi – con un capriccioso colpo di testa – una storia d’amore ben contestualizzata nel medioevo inglese all’epoca dello scontro tra normanni e sassoni.

    Ciò non è avvenuto… per lo meno in senso plateale. E proprio in questo sta l’abilità di Francesca: stupire il lettore, mentre si aggira tra le righe che lei scrive, guardingo, quasi temendo un’imboscata.

    Così la nostra autrice ha creato un altro capitolo che si aggiunge alle storie d’amore contrastato da famiglie ed eventi storici. Con buona pace del lieto fine. Intendo dire, ci sarà, non ci sarà? Sta al lettore scoprirlo! Sta al lettore arrivare alla fine, per sapere se, questa volta, la “principessa” della fiaba finalmente troverà una sintesi classica (tipo… e vissero felici e contenti) o un finale “alla Sveva”. Rimando alla prefazione della ristampa del romanzo per altre mie annotazioni.

    Link al titolo

    NO COMMENTS